Henkel for kids. Al lavoro con mamma e papà

da , il

    Henkel for kids. Al lavoro con mamma e papà

    Chi di noi non l’ha fatto? Chi di noi da bambino non ha espresso il desiderio di vedere dove lavorassero mamma e papà? Io e i miei fratelli ricordiamo ancora i lunghi corridoi percorsi lanciandoci con la sedia dell’ufficio munita di rotelle. L’idea quindi non è particolarmente innovativa, diciamo piuttosto che la multinazionale tedesca è stata più semplicemente tradizionalista ma ciò non toglie meriti alla Henkel dell’aver aperto i propri stabilimenti a dipendenti e famiglie per mostrar loro la qualità del business attento a ridurre al minimo l’impatto ecologico.

    Si è trattato di una sorta di lezione interattiva per il gruppo di ragazzi e genitori, i dipendenti della Henkel appunto, che muniti di caschetti di protezione sono stati accompagnati in giro per gli stabilimenti. L’open day si è svolto in tutte e sette le sedi italiane, Caleppio, Casarile, Cerano, Lomazzo, Mezzago, Milano e Zingonia. Oltre a visitare i locali delle linee produttivi i ragazzi hanno ricevuto anche informazioni amministrative finanziarie di un certo spessore come la spiegazione che a causa della crisi economica nazionale molti altri genitori avevano perso il lavoro nello scorso 2009 ma che oggi si va verso la ripresa. C’è da augurarsi che fossero o troppo piccoli per capire o abbastanza grandi per capire correttamente il peso di questi rendiconti. In 135 anni l’azienda è diventata un colosso, 55.000 collaboratori sparsi nelle sedi di 75 paesi, sempre all’avanguardia, sempre alla ricerca di nuovi prodotti ecocompatibili. Henkel da record.