I videogiochi violenti fanno male a bambini e adolescenti

da , il

    I videogiochi violenti fanno male a bambini e adolescenti

    I videogiochi violenti fanno male ai bambini e agli adolescenti e anche sul lungo periodi quando questi diventano ragazzi e poi adulti. A dimostrarlo è stato un recente studio condotto dall’Indiana University School of Medicine. La nuova ricerca è stata condotta su 28 uomini, con un’età fra i 18 e i 29 anni, tutti con un passato caratterizzato da bassa esposizione a questo tipo di giochi. Gli uomini sono stati divisi in due gruppi: il primo ha seguito una sessione di 10 ore di videogiochi violenti. L’altro gruppo, invece, ha dedicato solo due ore all’esecuzione dei videogiochi violenti. Ebbene, dopo l’esperimento, tutti i 28 uomini sono stati sottoposti a una risonanza magnetica e ad alcuni test per valutare la flessibilità cognitiva e l’attenzione.

    Dai risultati è emerso che il primo gruppo di uomini, che aveva giocato per circa dieci ore con i videogiochi violenti, aveva reazioni emotive e cognitive inferiori rispetto al secondo gruppo. Dopo una pausa dal gioco di 7 giorni, invece, il cervello di tutti gli uomini sottoposti all’esperimento ricominciava a funzionare correttamente. Secondo gli scienziati questi “effetti potrebbero trasformarsi anche in cambiamenti comportamentali dopo un lungo periodo di ‘overdose’ da videogiochi“ e quindi portarsi sul lungo periodo. La ricerca rappresenta di sicuro un altro monito per tutti i genitori che devono dosare il tempo di esposizione ai giochi e soprattutto evitare i videogiochi violenti che fanno male a bambini e adolescenti.