Inserimento a scuola: consigli pratici per i genitori

da , il

    Inserimento a scuola: consigli pratici per i genitori

    Alcuni consigli pratici permettono un giusto inserimento a scuola dei bambini. Iniziare o re-iniziare di nuovo a frequentare la scuola può essere un’esperienza anche traumatica per i più piccoli, che devono affrontare il distacco con i genitori, nonché nuove abitudini e orari quotidiani. Le difficoltà maggiori riguardano in genere l’inserimento alla scuola materna e dell’infanzia. Cosa fare in questi casi? Come rendere meno difficile questo momento? La psicologia ci fornisce tutti i consigli più utili.

    Cosa fare e cosa evitare

    Per aiutare i bambini che hanno difficoltà con l’inserimento a scuola i genitori devono avere alcuni atteggiamenti ed evitarne altri. La prima raccomandazione riguarda le mamme, che non devono essere troppo ansiose per questa nuova avventura del piccolo. Seguendo la maestra e imitando i compagni, il bambino, piano piano, si abituerà al nuovo ambiente e ai piccoli amici. Un momento fondamentale, poi, è sicuramente quello del distacco; è necessario che le mamme si mostrino serene e incoraggino i bambini con una frase dolce e rassicurante, ad esempio dicendo: “Va tutto bene piccolo mio”. Insomma, cercate di spronare dolcemente il bambino, senza dimostrarvi aggressive o ansiose. Se il bambino comincia a piangere, ciò è del tutto normale, perché sta affrontando una situazione che, comunque, lo mette a disagio. In questo caso, meglio non mentire al bambino promettendo di tornare di lì a poco. Le bugie, infatti, anche se a fin di bene, disorientano il bambino e non gli permettono di affrontare bene la realtà. Se continua a piangere, dopo averlo rassicurato un po’, andate pure via e lasciate che il bambino si abitui man mano. Potete dire, ad esempio, che andate a fare la spesa, ma poi tornerete a riprenderlo. Il primo giorno, comunque, in genere, le mamme restano a giocare con i piccoli, proprio per permettere loro di ambientarsi con gradualità. Inoltre, vanno rispettati i tempi di ciascun bambino; per questo meglio evitare i paragoni e i confronti con altri anche della sua età (che magari si sono abituati prima o dopo alla nuova esperienza). Infine, si consiglia di chiedere al piccolo, al rientro, com’è stata la sua giornata con frasi del tipo: “Come ti senti oggi?” o “Ti è piaciuto disegnare?” o, ancora, “Ti sei divertito?”.

    Altri consigli

    Nella fase di inserimento del bambino a scuola ricordatevi anche come funziona quest’ultima. Ci sono delle regole ben precise da rispettare, come il fatto di non dare oggetti o giocattoli ai bambini. Anche gli orari della scuola vanno rispettati con scrupolo, per far sì che questa possa funzionare correttamente per tutti.