Ittero emolitico neonatale: le cause e la prevenzione

da , il

    Ittero emolitico neonatale: le cause e la prevenzione

    Cos’è l’ittero emolitico neonatale e quali le cause? L’ittero è un disturbo molto frequente nei neonati e il più delle volte ha natura fisiologica e tende a scomparire in poco tempo. Talvolta però l’ittero tende a superrare il periodo di tempo in cui si sviluppa come fisiologico e si parla in questi casi di ittero patologico. Esistono poi due diversi tipi di ittero patologico: quello emolitico e quello non emolitico. L’ittero neonatale non emolitico è dovuto a una incapacità di eliminazione attraverso la bile della bilirubina oppure a una incapacità di coniugazione della bilirubina stessa. Diverse invece sono le cause dell’ittero emolitico neonatale.

    In questo caso l’ittero è causato da un’eccessiva distruzione dei globuli rossi. Tra queste forme di ittero rientrano quelle dovute a incompatibilità di gruppo sanguigno tra la madre ed il feto. Si tratta di un meccanismo un po’ complesso. In termini semplici si può dire che in questi casi gli antigeni presenti sui globuli rossi del feto (per esempio l’antigene A o B o Rh) vengono trasmessi durante la gravidanza attraverso microlesioni della placenta al sangue materno. Se accade che sui globuli rossi della madre non è presente lo stesso antigene che è presente sui globuli rossi fetali l’organismo materno, non riconoscendo come proprio il sangue fetale, produce anticorpi in grado di distruggerlo. Questo stesso meccanismo riguarda le altre forme di incompatibilità di gruppo sanguigno tra madre e feto e, in particolare l’incompatibilità 0-A, la 0-B e la 0-AB. Tuttavia, mentre nel caso dell’incompatibilità con l’antigene Rh è possibile fare prevenzione con le immunoglobuline, non si può dire altrettanto per le ultime ipotesi di incompatibilità segnalate.