La salute del neonato passa per la felicità della mamma

da , il

    La salute del neonato passa per la felicità della mamma

    Per combattere la mortalità infantile, i cui livelli restano drammaticamente alti soprattutto nei paesi poveri, è necessario mettere in campo programmi di sostegno alla salute mentale delle future mamme. E’ quanto sostengono gli studiosi firmatari della ricerca pubblicata sulla rivista BMC Public Healt. Lo studio, condotto dal Karolinska Instituet e del Bangladesh Rural Advancement Committee, ha analizzato appunto l’impatto della depressione materna sulla salute dei nascituri.

    Il risultato non tranquillizza affatto. Dopo il parto, i lattanti più esposti a malattie e più piccoli del normale, sono risultati quelli con mamme depresse e ansiose. La salute infantile peggiora, quindi, nel caso di gravidanze segnate dalla tristezza. Il 18% delle donne coinvolte dal test con sintomi di depressione e il 25% di quelle che avevano manifestato problemi di ansia hanno partorito bebè con una costituzione fisica più vulnerabile e di conseguenza a rischio mortalità. La ricerca è stata condotta su 720 donne del Bangladesh al terzo mese di gravidanza.

    Anche se il tasso di mortalità infantile al di sotto dei 5 anni si è ridotto notevolmente dagli anni ’70 ad oggi, sono ancora 7,7 milioni i bambini che non riescono a diventare adulti. La nuova ricerca suggerisce una nuova ottica d’azione ovvero quella di offrire servizi alle future mamme per intervenire sul loro benessere mentale.