La scienza lo conferma: i genitori iperprotettivi creano danni psicologici permanenti nei figli

da , il

    La scienza lo conferma: i genitori iperprotettivi creano danni psicologici permanenti nei figli

    La scienza lo conferma: i genitori iperprotettivi creano danni psicologici permanenti nei figli. Siete genitori iperprotettivi e credete di fare del bene ai vostri figli? Secondo un nuovo studio, condotto dai ricercatori della University College of London, invece, gli adulti più “infelici” sono proprio quelli che hanno avuto dei genitori molto presenti, che in questo modo non hanno saputo rispettare la loro crescita e la loro conquista dell’indipendenza.

    La ricerca è stata anche pubblicata sul Journal of Positive Psychology, una delle più autorevoli dedicate a questo tema. Gli studiosi hanno seguito più di 5000 persone fin dalla loro nascita, nel 1946: dall’analisi è emerso che i partecipanti cresciuti senza genitori troppo apprensivi avevano un grado di benessere generale più elevato di quelli che erano vissuti con genitori giudicati spesso come “opprimenti”.

    “Un controllo costante, psicologico, sui bambini può limitare la loro indipendenza e può, infine, farli sentire meno capaci di regolare il proprio comportamento in base alle situazioni”, spiegano gli studiosi. Insomma, a differenza di quanto si riteneva in passato, invadere la privacy dei bambini o prendere decisioni al posto loro li può portare a creare un eccessivo rapporto di dipendenza con una o entrambe le figure genitoriali. Il risultato è che i bambini sviluppano meno senso di sé e scarsa indipendenza decisionale. Ovviamente, non si chiede ai genitori di essere totalmente assenti, ma di essere presenti con un certo grado di “discrezione”.

    “I genitori sono vitali per il benessere mentale delle future generazioni – spiega l’autore dello studio, il professor Mai Stafford della Medical Research Council’s Lifelong Health and Ageing unit dell’università inglese – anzi, da questo punto di vista bisognerebbe ridurre le pressioni economiche e di altro tipo sulle mamme e sui papà, in modo che possano dedicarsi a creare una relazione migliore con i loro figli, senza eccessi”.

    Insomma, anche per l’educazione dei figli, la parola giusta è “moderazione”! Bando agli eccessi, che sono sempre sbagliati!