L’agopuntura, un aiuto per la fertilità

da , il

    L’agopuntura, un aiuto per la fertilità

    L’agopuntura può essere un valido aiuto per la fertilità. L’agopuntura è una medicina alternativa che fa uso dell’inserzione di aghi in alcuni punti del corpo, con lo scopo di promuovere la salute ed il benessere dell’individuo. Recenti ricerche scientifiche hanno dimostrato che essa può aiutare anche quelle coppie che cercano, senza successo, una gravidanza. Essa, quindi, può essere utile per risolvere molti problemi legati alla fertilità. Ma, quali sono le cause principali di infertilità femminile e maschile?

    Cause di infertilità femminile e maschile

    In linea generale si parla di infertilità quando una coppia non riesce ad avere una gravidanza dopo almeno un anno dai primi rapporti non protetti. Le principali cause di infertilità femminile, invece, sono: disfunzioni ormonali, patologie a carico delle tube, malformazioni uterine, endometriosi e infezioni pelviche (come l’infezione da Clamidia). La fertilità maschile, invece, può essere compromessa da: alterazioni degli spermatozoi (sia in termini quantitativi che qualitativi) e da fattori di tipo ambientale (esposizione ad inquinanti, alcol, fumo e somministrazione di alcuni farmaci). Purtroppo si stima anche che in Italia, ogni anno, a soffrire di infertilità, siano circa 50-60 mila coppie. Come può l’agopuntura aiutare in questi casi?

    Agopuntura e fertilità

    Sono ormai tante le ricerche scientifiche che provano che l’agopuntura può essere utile in caso di fertilità. Uno di questi studi, pubblicato sul British Medical Journal, ha dimostrato che, praticando l’agopuntura prima del trattamento di fecondazione assistita, le probabilità di riuscire a intraprendere una gravidanza aumentano del 60%. I risultati migliori si registrano nel caso in cui l’infertilità dipenda da ansia o stress o qualora essa sia causata da problematiche legate all’ovulazione (non invece in caso di malformazioni uterine o chiusura delle tube). Spesso, poi, il trattamento dell’agopuntura viene combinato con uno di fitoterapia tradizionale cinese per potenziarne gli effetti. In genere si comincia con una cura intensiva che prevede una seduta a settimana, per poi passare a una ogni 15 giorni o una volta al mese. Il trattamento andrebbe fatto per almeno 12 mesi; se dopo questo periodo non si ottiene alcun risultato, sarebbe meglio consultare uno specialista per una diagnosi più approfondita. Va ricordato, infine, che l’agopuntura può essere un trattamento utile per entrambi i sessi, ma dovrebbe essere accompagnato anche da uno stile di vita salutare. Per migliorare la fertilità, infatti, si consiglia anche di seguire un’alimentazione adeguata a base di frutta e verdura di stagione, cereali integrali, noci e semi oleaginosi (di sesamo, di girasole) e un ridotto consumo di proteine animali, in particolare di carni rosse.