Latte materno come cambia la composizione durante l’allattamento

da , il

    Latte materno come cambia la composizione durante l’allattamento

    Allattare il bambino è una cosa naturale e fa bene al neonato e alla mamma. Ci sono però delle cose che vanno sapute sull’allattamento: ad esempio non tutte le neomamme sanno che il latte non è sempre uguale e cambia, non solo durante i mesi o le settimane di allattamento, ma anche da un poppata all’altra. Anzi per essere più precise alcuni piccoli ma importanti cambiamenti ci sono anche nel corso di una stessa poppata. Quando allattiamo nostro figlio il primo latte che esce è più leggero e composto quasi prevalentemente da acqua e zucchero mentre con il passare dei minuti arriva quello più ricco di grassi.

    Questo sistema è una soluzione offerta in maniera naturale dal nostro organismo: le prime poppate servono a placare la sete e a compensare se necessario l’eventuale disidratazione mentre quelle successive saziano il bambino. E’ quindi sconsigliato cambiare subito mammella al bambino: in questo modo prende meno calorie e mangerà più frequentemente e sarà più facilmente soggetto a rigurgiti. E’ facile osservare ad esempio che neonati magrolini tendono ad attaccarsi spesso ma per poco tempo mentre quelli più cicciottelli fanno poppate lunghe ma più distanziate nel tempo. Il latte materno è il primo ingrediente che abitua i neonati a sviluppare il senso del gusto: il sapore del latte infatti varia a seconda dei cibi mangiati, così come accadeva nel pancione con il liquido amniotico ingerito dal feto nell’utero. Il latte artificiale invece ha sempre inevitabilmente lo stesso sapore. Nella donna, così come avviene in altri mammiferi, possiamo distinguere tre fasi della lattazione. Dal primo fino al quinto giorno circa dopo il parto viene prodotto il cosiddetto colostro, un latte molto ricco di proteine e Sali minerali per compensare il calo fisiologico del neonato. Tra il colostro e il latte come lo intendiamo c’è il cosiddetto latte di transizione: si riduce gradualmente la percentuale di proteine e di sali minerali, e al tempo stesso aumenta quella di zuccheri e grassi.