Lavarsi i denti a scuola può essere vietato: igiene e burocrazia si scontrano

da , il

    Lavarsi i denti a scuola può essere vietato: igiene e burocrazia si scontrano

    L’igiene dentale per i bambini è fondamentale: ma riescono a lavare i denti nella maniera corretta in qualunque posto si trovano? In realtà proprio a scuola, il luogo dove i bambini passano molte ore durante la giornata consumando anche pasti (dalle merende al pranzo in mensa per il tempo prolungato), l’igiene orale può essere addirittura osteggiata.

    Secondo la burocrazia attuale infatti gli istituti scolastici devono garantire che questa operazione avvenga nella modalità e nelle condizioni igienico-sanitarie ideali (per evitare ad esempio lo scambio accidentale degli spazzolini): questo significa impiego di personale che spesso scarseggia. Permettere ai piccoli scolari di lavarsi i denti o meno quindi è a discrezione del direttore scolastico. Una norma che non piace a molte mamme tanto che in alcune città è stata valutata anche la possibilità di intraprendere una class action.

    Ma per il momento la situazione è questa: se non ci sono maestre che possano vigilare su ogni bambino al momento del lavaggio dei denti l’operazione può essere vietata (a meno che i genitori non presentino un certificato medico per richiedere che il piccolo si lavi i denti dopo mangiato).

    Le ragioni che preoccupano i genitori sono la formazione di carie, a cui molti bambini in età scolare sono soggetti, e l’intento educativo delle abitudini quotidiane che in questo modo rischia di perdere valore. E certamente le motivazioni del divieto lasciano perplessi: il rischio dello scambio di spazzolini non è lo stesso di quello della confusione tra forchette a mensa? Se il compito della scuola è educare i bambini in questo programma dovrebbe rientrare anche l’educazione all’igiene orale. In alcune scuole la soluzione alternativa è stata quella del collutorio: un palliativo certo ma l’efficacia contro la carie non è la stessa e oltretutto c’è il rischio che spesso venga ingoiato.