L’ecografia della datazione nel primo trimestre di gravidanza

da , il

    L’ecografia della datazione nel primo trimestre di gravidanza

    L’ecografia della datazione nel primo trimestre di gravidanza è in genere la prima ecografia cui è sottoposta la donna nei nove mesi. Le ecografie sono tra i momenti più attesi per i neo genitori in quanto permettono, anche se solo in parte, di vedere il proprio piccolo. Di norma si esegue un’ecografia a trimestre e l’ecografia della datazione è proprio quella eseguita nel primo trimestre di gravidanza. Nel secondo e nel terzo trimestre, invece, verranno eseguite rispettivamente l’ecografia morfologica e quella biometria.

    L’ecografia della datazione si esegue in genere tra l’11sima e la 12sima settimana di gestazione. L’ecografia della datazione del primo trimestre di gravidanza permette di verificare diverse cose. Anzitutto che l’embrione si sia bene impiantato nell’utero e che quindi non si tratti di una gravidanza extrauterina, ma anche la data del concepimento e quindi presumibilmente quella del parto. L’ecografia della datazione nel primo trimestre di gravidanza permette anche di rilevare che si tratti eventualmente di una gravidanza gemellare, semplicemente contando il numero degli embrioni presenti.

    Come le altre ecografie, anche l’ecografia della datazione nel primo trimestre di gravidanza, viene eseguita con la donna distesa su un lettino e la pancia scoperta, su cui viene spalmato il gel che permette di migliorare la diffusione degli ultrasuoni grazie ai quali si può leggere l’ecografia. Le tre ecografie in gravidanza si possono eseguire in ospedale, in uno studio medico privato o in un centro specializzato e sono gratuite solo se svolte nei periodi previsti in strutture private convenzionate o pubbliche.