Linguaggio bambini: tutte le fasi dello sviluppo

da , il

    Linguaggio bambini: tutte le fasi dello sviluppo

    Lo sviluppo del linguaggio nei bambini segue delle tappe che possiamo sinteticamente schematizzare. Esso comincia intorno ai sei mesi e si conclude intorno ai quatto o cinque anni di età, quando diventa del tutto simile a quello di un adulto. La conquista del linguaggio inizia intorno ai sei mesi con la fase definita ‘lallazione’ durante la quale prevalentemente il bambino ripete sequenze di sillabe (lo sentiamo ripetere ma-ma-ma oppure pa-pa-pa). Il bambino inizia cioè a familiarizzare con i suoni e la loro pronuncia imitando quanto sente dagli adulti. Verso i dodici mesi potremo udire dal nostro piccolino le sue prime parole; in genere si tratta del nome comune dei genitori (mamma e papà) oppure di oggetti con cui il bambino viene frequentemente a contatto o che conosce (palla, pappa).

    Tra i 18 e i 24 mesi, invece, il bambino, ha già una conoscenza più ampia delle parole (intorno alla cinquantina) e inizia a costruire e pronunciare le prime, se pur brevissime, frasi. Verso i due o tre anni il vocabolario del bambino si arricchisce ulteriormente arrivando a comprendere intorno alle 200 parole. Verso i tre anni, in particolare, le frasi diventano sempre più articolate e possiamo ascoltare il piccolo parlare.

    In questa fase è probabile anche sentirlo parlare da solo, ma questa ipotesi non deve destare alcuna perplessità dato che si tratta di una fase passeggera della crescita. La conquista del linguaggio si può dire conclusa per il piccolo intorno ai 4 o 5 anni. A questa età il linguaggio del bambino si può dire del tutto simile a quello di un adulto; il suo vocabolario arriva a comprendere circa 10.000 parole.