Liquirizia in gravidanza, non esagerare

da , il

    Liquirizia in gravidanza, non esagerare

    In molte occasioni si suggerisce di succhiare della liquirizia per sentirsi più sollevati, per ricaricare le batterie.

    La liquirizia è senz’altro buona ma attenzione a quanta ne ingurgitate durante la gravidanza.

    Recenti studi hanno dimostrato, infatti, che mangiare molta liquirizia potrebbe causare disturbi comportamentali al bambino. La ricerca è stata condottoa in Finlandia su un campione di bambini dell’età di otto anni le cui madri avevano mangiato molta liquirizia durante la gestazione. Alcune di loro ne avevano quasi abusato ingerendone 500 mg a settimana, rispetto alla dose di 35 mg che si consiglia.

    Ebbene i risultati evindenziano che che le capacità spaziali, verbali e di memoria di questi bambini sono inferiori alla media, anche i loro test di intelligenza non sono da geni ma sopratuto, alcuni di loro, presentavano disturbi comportamentali come l’ADHD, meglio conosciuto come il disturbo da deficit di attenzione e iperattività.

    Questi problemi sono causati dalla glicirrizina, contenuta nella liquirizia, che attraverso la placenta arriva fino al feto a cui potrebbe trasmettere gli ormoni dello stress materno, proprio questi ormoni, chiamati glucocorticoidi, sono la cause dei disturbi che, nella loro accezione negativa, possono portare anche a comportamenti aggressivi e ditruttivi.