Mal di testa in gravidanza, rimedi naturali e farmacologici

da , il

    Mal di testa in gravidanza, rimedi naturali e farmacologici

    Circa il 30% delle donne in gravidanza soffre di mal di testa. E’ soprattutto l’emicrania, caratterizzata da dolore localizzato in uno solo degli emisferi, a essere denunciata dalle future mamme. La cefalea è una spiacevola eventualità fin troppo frequente per la maggior parte delle persone. Quando colpisce durante la gestazione, però, può diventare un fastidio difficile da sopportare e con il quale convivere, soprattutto perchè non si possono utilizzare la maggior parte dei farmaci antidolorifici e analgesici, perchè potenzialmente nocivi per il nascituro. Che fare allora? Come intervenire? Anche durante i nove mesi, le opzioni, con le dovute cautele e restrizioni, sono due: i rimedi naturali e quelli farmacologici.

    La prevenzione

    La strategia vincente, quando si tratta di mal di testa in gravidanza, ha come ingrediente principale la prevenzione. È fondamentale, innanzitutto, curare l’alimentazione in modo scrupoloso. Meglio preferire cibi leggeri e poveri di grassi: da evitare alcuni alimenti in particolare, come cioccolato, crostacei, banane, nocciole e formaggi stagionati, che potrebbero facilitare l’insorgenza della cefalea. Anche riposare molto e praticare una regolare e moderata attività fisica può senz’altro aiutare.

    I rimedi naturali

    Se la prevenzione non è bastata e gli attacchi di cefalea si presentano, la natura offre alcuni validi alleati e rimedi utili. Anche se si tratta di rimedi naturali, per evitare ogni rischio a carico della piccola vita che c’è nel pancione, prima di assumere qualsiasi sostanza, meglio chiedere un parere al proprio medico.

    Particolarmente utile sembra fare degli impacchi freddi o avvolgere delle fettine di limone in un panno bagnato da premere sulla fronte e sulla tempia dolorante. Oppure, stare sdraiate al buio, in silenzio e, magari, completare l’effetto rilassante e “scaccia tensioni muscolari” con un massaggio nella zona cervicale.

    Ottime allo scopo anche le tisane a base di melissa e lavanda, che hanno un effetto distensivo, analgesico e rilassante, o di salice bianco, analgesico e calmante naturale.

    I farmaci

    Durante la gravidanza, molti farmaci, che si assumono normalmente senza prescrizione medica, sono controindicati, perché possono risultare nocivi per il nascituro. Tra i pochi rimedi farmacologici ammessi, in caso di mal di testa, perché non ha effetti collaterali a carico del piccolo, c’è il paracetamolo, dalle proprietà analgesiche e antipiretiche.