Mangiare in gravidanza: le noccioline salate causano allergie nei neonati

da , il

    Mangiare in gravidanza: le noccioline salate causano allergie nei neonati

    Seguire una corretta dieta in gravidanza è importante sotto diversi punti di vista per la salute della futura mamma e del nascituro. Molti sono gli alimenti che vengono sconsigliati: a finire sotto accusa questa volta sono le noccioline americane, ossia le arachidi. A mettere in allerta sulle proprietà dannose di questi ingredienti è una ricerca della Mount Sinai School of Medicine guidata dal professor Scott Sicherer: le noccioline salate aumentano il rischio di allergie nei figli rendendoli più sensibili alle reazioni anafilattiche. Il rischio ovviamente aumenta se c’è già una certa predisposizione di intolleranza verso questi alimenti e in particolare alle uova o al latte contenuti nelle arachidi.

    In base ai risultati ottenuti con i test di laboratorio i medici del team della Mount Sinai School sono arrivati quindi a sconsigliare alle future mamme di mangiare troppe noccioline salate durante i nove mesi di gestazione. Lo studio in realtà ha dei precedenti recenti: nel 2008 una ricerca olandese aveva dimostrato che le donne che mangiavano con costanza e abitudinariamente le arachidi in gravidanza avevano addirittura il 50% delle possibilità in più di avere bambini asmatici. Questo ovviamente non deve allarmare eccessivamente e spingere ad eliminare del tutto le noccioline salate dalla propria dieta: i test sopra citati infatti si riferiscono ad un consumo quotidiano e non saltuario. Anzi le arachidi, così come altri tipi di frutta secca, sono sotto altri aspetti importanti nel regime alimentare in gravidanza, soprattutto per le donne vegetariane: questi alimenti sono infatti una riserva di folato, una vitamina del gruppo B molto importante in gravidanza.