Mangiarsi le unghie: come limitare il vizio nei bambini

da , il

    Mangiarsi le unghie: come limitare il vizio nei bambini

    Quello di mangiarsi le unghie è un vizio che può interessare sia gli adulti che i bambini. Molti genitori cercano degli espedienti per risolvere il problema. Le nostre nonne a volte utilizzavano quello di cospargere le dita dei piccoli con del peperoncino. A volte questo rimedio funzionava, ma oggi sicuramente si possono adottare delle soluzioni meno piccanti! Più che i rimedi, quando i bambini tendono a mangiarsi le unghie, occorre percepirne le cause.

    Nella maggior parte dei casi, infatti, mangiarsi le unghie è per i bambini un modo per manifestare un disagio o sfogare ansia e aggressività. Come comportarsi quindi se i bambini continuano a mangiarsi le unghie? Anzitutto è meglio evitare di sgridare il bambino ed imporgli un ferreo divieto di mangiarsi le unghie perché i piccoli potrebbero comunque continuare a farlo di nascosto e il disturbo persisterebbe. Sgridare il bambino può provocare poi ancora più ansia e stress che il piccolo sfoga con questo vizio. In generale, dunque, sarebbe meglio cercare di prestare attenzione a quali sono i contesti in cui il bambino tende maggiormente alla pratica di mangiarsi le unghie. Magari sono proprio quelle le situazioni di disagio che generano il comportamento.

    E’ importante poi cercare di individuare anche col dialogo delle possibili cause del disturbo. E’ importante cioè fare in modo che il bambino manifesti eventuali sentimenti negativi e disagi. Da ultimo, per aiutare i bambini a non mangiarsi più le unghie, può essere utile coinvolgerli in delle attività con le quali possano sfogare ansie e preoccupazioni. Lo sport è sicuramente una valida alternativa in tal senso.