Massaggio perineale in gravidanza: a cosa serve e come si esegue

da , il

    Massaggio perineale in gravidanza: a cosa serve e come si esegue

    A cosa serve e come si esegue il massaggio perineale in gravidanza? Sicuramente non tutte le future mamme ne hanno sentito parlare, ma parecchi ginecologi ed ostetriche lo consigliano, per preparare al meglio il corpo (e in particolare il perineo) al parto. Per ottenere dei buoni risultati in tal senso le donne incinte dovrebbero iniziare i massaggi e gli esercizi per il perineo già alcune settimane prima del termine della gravidanza. Ma, come funziona questo massaggio? E, cos’è il perineo?

    Il perineo

    Il perineo è l’area situata tra la vagina e l’ano; massaggiare questa zona prima del parto può aiutare a rendere i tessuti più flessibili ed elastici. Lo scopo è quello di evitare lacerazioni in quest’area durante il parto naturale; se i tessuti sono più elastici, infatti, non si romperanno sotto le spinte praticate per far uscire il feto. Insomma, con un po’ di esercizi e massaggi, si possono prevenire le lacerazioni e la pratica dell’episiotomia (incisione chirurgica del perineo che può essere praticata durante il parto).

    Il massaggio del perineo

    Quando iniziare a praticare il massaggio al perineo? E, come fare? Anzitutto va precisato subito che non è necessario massaggiare fin dall’inizio della gravidanza l’area perineale. Per ottenere buoni risultati, infatti, è sufficiente iniziare almeno sei settimane prima della data prevista per il parto. Ovviamente, se si hanno dei dubbi, si può chiedere anche questo al proprio ginecologo, che fornisce tutte le spiegazioni in merito. Lo stesso può indicarvi anche come praticare effettivamente il massaggio di questa particolare zona. In linea di massima, per praticarlo, vi occorre un olio naturale (di oliva, di mandorle dolci o di germe di grano) o uno speciale olio per massaggi perineali (come quello di Weleda). Per eseguire il massaggio perineale in gravidanza, appoggiate una gamba sul bordo della vasca o su una sedia. Infilate poi nella vagina un dito oleato e successivamente due o tre, massaggiate formando una “U” e applicando una leggera pressione per 5-10 minuti in direzione dell’intestino. Per avere dei risultati soddisfacenti è sufficiente praticare il massaggio anche solo una volta al giorno. Per allenare e rendere più tonica la zona del perineo, invece, potete eseguire, sempre a casa, un semplice esercizio. Iniziate a sdraiarvi sul letto, con le gambe divaricate e le ginocchia piegate, quindi stringete i muscoli come se doveste trattenere la pipì e poi rilasciate. Questo esercizio va eseguito almeno tre volte al giorno, consecutivamente, per 10 o 15 ripetizioni. Aumentate, poi, gradualmente, fino al termine della gravidanza. Va ricordato, comunque, che nonostante questi esercizi permettano di allenare la zona del perineo per evitare lacerazioni durante il parto, queste potrebbero, purtroppo, verificarsi comunque. Con il massaggio e gli esercizi, però, questo rischio si riduce.

    Scoprite anche i benefici del massaggio shiatsu in gravidanza!