Neonato gettato nel Tevere dal padre, si cerca ancora il corpo

da , il

    Neonato gettato nel Tevere dal padre, si cerca ancora il corpo

    E’ di qualche giorno fa la notizia di un padre che ha gettato il neonato di soli 16 mesi nel fiume Tevere. L’autore del fatto è un italiano di 26 anni che, in seguito ad una furiosa lite con la moglie, ha preso il bambino con sé e, per sua stessa ammissione, lo ha gettato nel fiume Tevere. Secondo la ricostruzione, il giovane avrebbe sbattuto la porta di casa dopo la lite, intorno alle 6 e 15 del mattino. Di lì a poco è seguita la segnalazione del violento litigio da parte della zia della moglie, intorno alle sei e trenta.

    Da ultimo, un agente penitenziario ha denunciato al 112, riferendo di aver visto un uomo gettare qualcosa nel fiume, nella zona di ponte Mazzini. Il giovane padre, una volta raggiunto dai carabinieri all’altezza del ponte Testaccio, ha confessato il gesto, ma purtroppo non c’è ancora nessuna traccia del povero piccolino. Le ricerche continuano anche grazie agli equipaggi della polizia fluviale e dei sommozzatori che sono giunti sul posto, ma ormai c’è chi si aspetta il peggio.