No mother’s day: 13 maggio 2012, tutte in silenzio per dire basta

da , il

    Il prossimo 13 maggio sarà il giorno della festa della mamma 2012, sarà un giorno speciale per tutte le mamme e per tutti i loro figli, è il giorno dell’anno in cui si cerca di rendere felice la propria mamma ed è anche un giorno per riflettere. Negli Stati Uniti molte donne hanno deciso di aderire al No Mother’s Day, un modo per far sentire in maniera forte la presenza delle mamme nel mondo. Mamme scomparite per un giorno, si noterà la vostra assenza e questo darà voce a molte ingiustizie!

    Online e offline anche tra le fila della Casa Bianca è nato un vero e proprio movimento di donne e non solo che hanno deciso di aderire al No Mother’s Day. Non si tratta di andare contro al giorno della Festa della Mamma, semplicemente si vuole portare ad una riflessione importante sul fatto che nel mondo la prima causa di mortalità tra le donne è legata alla gravidanza e al parto, le donne muoiono per dare alla luce bambini e questo perchè in molti paesi del mondo queste non sono supportate da equipe o materiali medici adatti. Proprio per questo tantissime mamme si sono unite per dire basta e manifestare solidarietà verso questo tipo di realtà.

    Un video davvero toccante sta facendo in questi gironi il giro del mondo:

    ‘Il giorno della Festa della Mamma moriranno migliaia di donne. Non per vecchiaia. Non di cancro, ma perché stanno per diventare madri. Il 90% di queste morti possono essere evitate, ma solo se la consideriamo una priorità … una madre che scompare crea un buco nel mondo’.

    Ma come aderire al No mother’s day? Niente fiori, niente cene, niente feste. Spegnete il cellulare, non andate a lavoro, non tornate a casa, semplicemente scomparite per un giorno. Battagliere con eleganza, fate sentire il vuoto che si crea senza una mamma, in questo modo si dimostrerà quanto la mancanza di una mamma possa creare davvero ‘un buco nel mondo‘.

    Nei gironi scorsi è stato anche pubblicato il tradizionale resoconto della situazione delle mamme nel mondo da Save The Children e Valerio Neri, Direttore Generale Save the Children Italia ha a questo proposito affermato che: ‘Essere donna in molte parti del mondo significa oggi anche vedere a rischio o addirittura drammaticamente negato il diritto alla salute e alla vita per se stessa e il proprio bambino’.

    Essere madre è difficile nella nostra società, è difficile perchè ancora non possiamo dire di essere tutelate al 100% per ciò che riguarda il diritto al lavoro ed ad una vita sociale come quella che possono avere gli uomini, ma in molte parti del mondo la situazione è ancora più drammatica, spesso è lo stesso dritto alla vita a non essere rispettato e ovviamente la dignità delle donne viene brutalmente calpestata.

    Se volete aderire al No Mother’s day non dovrete che clikkare mi piace sulla pagina facebook ufficiale e scomparire anche voi per un giorno.