Obesità: in gravidanza mette a rischio la fertilità della prole

da , il

    Obesità: in gravidanza mette a rischio la fertilità della prole

    Uno recente studio americano aveva messo in relazione obesità e fertilità, in modo particolare tale ricerca aveva messo in evidenza come la fertilità calasse nelle donne obese a causa di alcune disfunzioni ormonali che bloccano le ovaie compromettendo la capacità riproduttiva.

    Un altro studio, adesso, individuerebbe addirittura nell’obesità della madre la causa della potenziale infertilità dei figli. Lo studio dell’Università americana di Yale, suggerisce infatti che l’obesità durante la gravidanza diminuisce la fertilità della prole.

    Lo studio, pubblicato sulla rivista Endocrinology e condotto al momento solo su cavie mette in luce l’effetto prodotto da un ormone chiamato grelina, che nelle donne in forte sovrappeso è molto basso. Analizzando vari fattori i ricercatori hanno osservato che i topi femmina nati da mamme con una deficienza di grelina hanno una minore fertilità e producono prole più piccola rispetto a quelli con grelina normale. Le cavie del primo gruppo hanno anche mostrato alterazioni nell’espressione di alcuni geni uterini che portano a una maggiore difficoltà di impianto dell’embrione nell’utero, con conseguente minore fertilità.

    Anche se il nostro studio è sulle cavie - ha spiegato Hugh Taylor, uno degli autori – crediamo che abbia un significato anche per le donne, perché la carenza di grelina sembra programmare il futuro utero della nascitura, con conseguenze sulla fertilità‘.

    Sappiamo inoltre che l’obesità in gravidanza, che purtroppo è un problema sempre più emergente mette a rischio la gravidanza stessa provocando inoltre un aumento del rischio di andare incontro a diabete gestazionale e preeclampsia.