Pannolini bambini, genitori sempre a caccia dello sconto

da , il

    Pannolini bambini, genitori sempre a caccia dello sconto

    I genitori italiani, non oso supporre oltre ma data la crisi è abbastanza ovvio che valga anche per francesi, spagnoli, inglesi, americani…, hanno un’attività in comune, stando alle chiacchiere tra mamme, la caccia allo sconto del pannolino, oramai ribattezzato moneta di scambio dei tempi moderni. Se vi capita di vedere mamma, papà e magari anche un nonno assatanati ognuno con un carrello correre come dei pazzi invasati lungo le corsie del supermercato sappiate che c’è solo un motivo che giustifica tale comportamento: pannolini in saldo.

    Capisco che chi genitore ancora non è la cosa può apparire davvero strana, ma sono certa che ora mamme e papà in lettura stanno annuendo ritrovandosi nella scenetta appena descritta. Le famiglie sono disposte a subirsi chilometri su chilometri pur di raggiungere il supermercato dove l’amico ha segnalato lo sconto dell’anno, e data la distanza solitamente acquistano una scorta di circa 1000 pannolini. Dato esagerato? Conosco più di un papà che ha anche superato il numero strabiliante, dipende da quanto è conveniente lo sconto.

    Nel caso la scelta si sia rivolta verso i pannolini ecologici e lavabili allora lo stress da sconto è superato, ma stando ai sondaggi sembra che siamo ancora lontani dal farci conquistare da questa tendenza.

    Non solo, una volta diventati genitori si cambiano luoghi dove andare a fare la spesa tutto in base a pannolini e omogeneizzati, i prezzi si fanno concorrenza e scartare i luoghi improponibili diventa una necessità. Il supermercato dove si andava a fare la spesa quando in due spesso risulta fuori portata famiglia, ed ecco comparire una serie di alternative dove lo sconto pannolino appare come un miraggio, irresistibile.