Passaporto minori: documenti necessari e costo

da , il

    Passaporto minori: documenti necessari e costo

    Dal 26 giugno del 2012 è necessario munire anche i minori di un passaporto personale per espatrio e viaggi all’estero, una novità che ha provocato qualche piccolo problema solo nei primi giorni di applicazione delle nuove regole. Una volta stabilito che se si decide di recarsi all’estero con i propri bambini o comunque ragazzi minorenni, non sarà sufficiente il “vecchio” passaporto cumulativo familiare, non resta che adeguarsi e informarsi sulle trafile burocratiche e sui documenti necessari per mettersi in regola. In realtà non si tratta di un iter complicato, ma è bene occuparsene prima di programmare viaggi, vacanze e spostamenti (magari per mete esotiche e lontane), in modo da avere già tutto pronto nel momento in cui dovesse servire.

    Considerate che tutto il procedimento di richiesta e ottenimento del passaporto richiede almeno due mesi di attesa, perciò tenendo sempre conto di eventuali disguidi e rallentamenti, meglio non prenotare il vostro viaggio troppo in anticipo rispetto a questi tempi. Vediamo quando serve il passaporto per i minori, e come ottenerlo.

    Quando serve il passaporto per i minori?

    Come anticipato, dal 26 giugno 2012 ogni minore che voglia spostarsi fuori dai confini italiani deve avere con sé un documento valido, nello specifico il passaporto elettronico. Per quanto riguarda i viaggi all’interno della Comunità europea sarà sufficiente la carta d’identità, ma per le mete extra europee, proprio come per gli adulti, serve il passaporto. I documenti (intesi come passaporti individuali) precedenti rilasciati a nome del minore e con validità decennale naturalmente sono sempre accettati fino alla loro scadenza naturale, mentre il passaporto del genitore con anche iscrizione del figlio o dei figli sarà valido solo ed esclusivamente per il titolare (quindi, di fatto, per il minore decade). Cosa bisogna fare per ottenere il nuovo passaporto per il proprio bimbo?

    Documenti e costi

    I genitori o i tutori del minore devono recarsi presso l’ufficio apposito della Questura cittadina (o quella più vicina) e firmare l’assenso per l’ottenimento del documento. E’ necessaria, a tal fine, la firma di entrambi i genitori (se viventi e anche se separati o divorziati), e in caso di mancanza di una delle due dichiarazioni di assenso, farà fede il nulla osta del giudice minorile. Qualora uno dei due genitori non potesse materialmente recarsi presso l’ufficio passaporti della Questura, l’altro potrà allegare una dichiarazione di assenso scritta e firmata dall’altro coniuge anche in fotocopia.

    Per quanto riguarda il materiale da allegare, servono delle foto recenti del minore con caratteristiche precise: non dovrà indossare orpelli o accessori, il viso dovrà essere in primo piano e non coperto da indumenti o altro, e soprattutto è richiesta la presenza del minore stesso in Questura per riconoscere la validità della foto (al fine di stabilire che non ritragga qualcun altro, ovviamente). Il costo relativo al passaporto per bambini e minori è di meno di 100€ in tutto. Infatti una prima tassa verrà pagata dai genitori al Dipartimento del Tesoro quando si effettua la dichiarazione di assenso all’espatrio, ed è pari a 44,66€ , a cui poi si aggiungerà il costo della marca da bollo da applicare al passaporto stesso che è pari a 40,29€.

    Il passaporto a seconda dell’età

    Il passaporto dei bambini e dei minori viene rilasciato in due modalità a seconda dell’età. Infatti per i bimbi tra gli 0 e i tre anni è previsto il rilascio di un passaporto (con microchip) con validità triennale, mentre per tutti gli altri (dai tre anni ai 18), il documento avrà validità quinquennale. Importante da definire la questione relativa alle impronte digitali. Esse sono obbligatorie solo sul passaporto dei minori dai 12 anni in su mentre per gli altri non sono necessarie.

    Per viaggiare negli USA

    Terminiamo questo piccolo vademecum sul passaporto dei bambini parlando degli U.S.A. Per poter andare negli Stati Uniti (ad esempio per una vacanza o un viaggio studio di non oltre 90 giorni) dal 12 gennaio 2009 si può procedere senza il visto, usufruendo del programma Visa Waiver Program, semplicemente effettuando una richiesta (al viaggio) elettronica. Anche i minori, naturalmente usufruiscono di questa possibilità di viaggio negli USA facilitata, ma solo se in possesso del passaporto individuale rilasciato con le modalità che abbiamo visto. Tutto chiaro? Buon viaggio!