Pediatri solo fino ai 6 anni: la proposta del Patto per la Salute

da , il

    Pediatri solo fino ai 6 anni: la proposta del Patto per la Salute

    Sta facendo discutere molto la proposta avanzata dalle Regioni contenuta nel Patto per la Salute che prevede il pediatra solo per i bambini fino ai sei anni.

    Dai sette anni in su i genitori dei bambini malati dovrebbero rivolgersi al comune medico generico, lo stesso che cura gli adulti. Sono già partite le polemiche di molti neogenitori, spesso fin troppo apprensivi. Per molte mamme del resto quella del pediatra è una figura di estrema fiducia da scegliere con cura.

    Ma anche i pediatri hanno fatto sentire il loro disappunto per una proposta di legge che limita l’assistenza pediatrica solo fino al compimento del sesto anno di età. La Sip (Societa’ Italiana di Pediatria) ha precisato che la critica al provvedimento non vuole sminuire l’attività dei medici generalisti, che offrono ottima assistenza agli adulti. E’ chiaro però che, non essendo specializzati in pediatria, sono meno esperti di malattie infantili. Esistono peraltro malattie infantili rare molto difficili da diagnosticare se non si ha dimestichezza quotidiana con la materia. Ma anche le cure quotidiane richiedono maggiori accortezze: ad esempio per gli adulti il dosaggio dei farmaci è unico mentre per i bambini è proporzionale all’altezza e al peso.

    Il rischio è quello di smantellare un’assistenza pediatrica nazionale che per i bambini ha fatto molto e che non a caso è considerata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità tra i primi posti della classifica mondiale. Per questo motivo la Sip sta valutando progetti alternativi che non vadano ad incidere sul livello di assistenza ai bambini. Voi vi sentireste tranquille a passare al medico di base per vostro figlio di sette anni o preferite mantenere l’assistenza del pediatra? Diteci la vostra.