Pelle dei bambini, come proteggerla dal sole secondo la SCF

da , il

    Pelle dei bambini, come proteggerla dal sole secondo la SCF

    Arriva l’estate ed una delle precauzioni più importanti da prendere per la salute dei nostri bambini è quella di proteggerli adeguatamente dai raggi solari. Ormai tutti i pediatri sono d’accordo nel dire che un’esposizione prolungata al sole per un bambino fa aumentare i rischi di contrarre in futuro un cancro alla pelle, vale ovviamente anche per noi adulti, ma il bambino e ancor più il neonato non ha ancora le difese necessarie per poter prendere il sole. Vediamo secondo la Skin Cancer Foundation quali sono le precauzioni da prendere per proteggere al meglio la pelle dei bambini.

    1. Non esporre il bambino al sole prima dei sei mesi di età (in seguito per abituare la pelle basteranno 10 mn al giorno);

    2. Fino a 2 anni di età, esponetelo ai raggi del sole solo negli orari consigliati, cioè la mattina presto e nel tardo pomeriggio. Non portatelo mai in spiaggia tra le 11 e le 15 cioè quando i raggi del sole sono perpendicolari alla superficie della terra quindi più intensi.

    3. Per i primi giorni, fategli indossare sempre una maglietta e un cappellino di cotone a tesa larga. Mettetelo a sedere su un asciugamano o un telo e non sulla sabbia che riflette i raggi. Fatelo giocare sotto l’ombrellone.

    4. Ogni due ore circa, dategli da bere dell’acqua minerale o del succo di frutta diluito, per reintegrare i sali minerali dispersi con il sudore.

    5. Proteggetelo sempre con una crema solare che abbia un fattore di protezione non inferiore a 20 e che garantisca la difesa dai raggi UVA e UVB e rinnovate l’applicazione della crema ogni due ore e ogni volta che il bambino si bagna (anche se il prodotto è resistente all’acqua). Inoltre proteggetegli sempre le labbra con una crema a schermo totale.

    A questo punto buona tintarella anche a voi mamme, con le dovute precauzioni!