Photostory: bambini d’italia, come eravamo

da , il

    Come eravamo da bambini? Com’era vivere l’infanzia cinquanta o venti anni fa rispetto ad oggi? Spesso si dice che molte cose erano diverse, che i bambini di oggi non sanno giocare all’aria aperta e passano troppo tempo davanti alla tv o ai videogiochi. Le ragioni sono diverse, in particolare legate al consumismo, ai cambiamenti della società e al diverso modo di intendere la famiglia. Ma se questi cambiamenti intuitivamente sono percepiti da tutti la SIP (Società Italiana di Pediatria) ha avuto il merito di tramutarli in immagini realizzando un emozionante mostra fotografica sull’argomento.

    Si ripercorrono le evoluzioni fisiche, psicologiche e sociologiche dall’800 fino ai giorni d’oggi mostrando come erano bambini ieri gli adulti di oggi. Fisicamente viene sottolineato come una volta i bambini erano più alti e longilinei ma anche più frequentemente vittime di malattie croniche. Alla fine dell’800 il tasso di mortalità dei neonati era altissimo e spesso i bambini nascevano sottopeso. Un quarto dei bambini moriva nel primo anno di vita. La mortalità era alta anche nel primo trentennio del’900. La situazione inizia a fa registrare dei miglioramenti a partire dall’anno 1936. Le malattie che negli anni hanno causato più morti sono il morbillo, il tifo, la polmonite e la tubercolosi. Per quanto riguarda la salute si registrano ampi margini di miglioramento negli ultimi trenta anni. Nel 2008 solo tre bambini su mille muoiono entro il primo anno. Per quanto invece concerne il tempo libero è impossibile non notare un cambiamento nel modo di giocare che diventa sempre più individuale: i bambini crescono all’interno delle mura domestiche e sono meno abituati a socializzare e interagire con i coetanei. Il luogo di incontro principale è la scuola: un tempo però non c’erano zaini degli eroi preferiti ma semplici cartelle nere e l’ambiente era molto più rigido e severo.