Poesie di Pasqua per bambini, per imparare giocando

da , il

    Poesie di Pasqua per bambini, per imparare giocando

    Tante le poesie di Pasqua da insegnare ai bambini! La Pasqua sta per arrivare e se vogliamo insegnare qualche poesia ai bambini dobbiamo fare in fretta. Imparare delle poesie per i bambini è un modo per divertirsi, acquisire delle conoscenze e iniziare ad avere maggiore dimestichezza col linguaggio. Quando le poesie per bambini trasmettono poi anche un messaggio, esse diventano un modo e uno spunto per i genitori e gli insegnati per spiegare concetti anche difficili come quelli legati alla religione. Una volta imparate le poesie di Pasqua, i bambini si potranno divertire anche a condividerle con amici e parenti! Ecco una lista di poesie di Pasqua per bambini, da insegnare e recitare:

    E’ festa, è Pasqua

    E’ festa, è Pasqua,

    svegliatevi amici!

    Le uova a sorpresa,

    le rondini e i fiori,

    rallegran la Pasqua

    di vivi colori.

    Ma il dono più bello

    per noi tutti è

    avere la pace e l’amore

    in fondo al cuore!

    I colori della Pasqua

    Pasqua è gialla come un pulcino,

    come il collare di un cagnolino,

    è rosa e allegra come un confetto,

    come i bei fiori di quel rametto.

    Pasqua è celeste come il mare e il cielo,

    come la trama di questo velo,

    è verde brillante come un bel prato,

    come il trenino che ha appena sbuffato.

    Pasqua è dipinta di tanti colori:

    come i sorrisi dei nostri cuori.

    Buona Pasqua!

    Nei miei sogni ho immaginato

    un grande uovo colorato.

    Per chi era? Per la gente

    dall’Oriente all’Occidente:

    pieno, pieno di sorprese

    destinate ad ogni paese.

    C’era dentro la saggezza

    e poi tanta tenerezza,

    l’altruismo, la bontà,

    gioia in grande quantità.

    Tanta pace, tanto amore

    da riempire ogni cuore.

    Dall’uovo di Pasqua

    Dall’uovo di Pasqua

    è uscito un pulcino

    di gesso arancione

    col becco turchino.

    Ha detto: “Vado,

    mi metto in viaggio

    e porto a tutti

    un grande messaggio”.

    E volteggiando di qua e di là

    attraversando paesi e città

    ha scritto sui muri,

    nel cielo e per terra:

    “Viva la pace,