Poesie per bambini contro il razzismo

da , il

    Poesie per bambini contro il razzismo

    Avete mai proposto le poesie contro il razzismo ai bambini? Potrebbe sembrare un tema importante, troppo complicato da spiegare ai più piccoli, ma non è così, anzi. Alcuni concetti, se spiegati fin da bambini, sono più assimilati. Proponete, quindi, tutte le frasi, le canzoni e le poesie contro il razzismo. Gli scrittori e i poeti che si sono dedicati a questo tema sono davvero tanti, da Nelson Mandela a Bertolt Brecht, da Bob Marley a Martin Luther King. Di seguito trovate alcune delle più famose, da condividere con i bambini.

    “Nessuno nasce odiando i propri simili a causa della razza, della religione o della classe alla quale appartengono. Gli uomini imparano a odiare, e se possono imparare a odiare, possono anche imparare ad amare, perché l’amore, per il cuore umano, è più naturale dell’odio.” (Nelson Mandela)

    “Dobbiamo imparare a vivere insieme come fratelli o periremo insieme come stolti.” (Martin Luther King)

    “Abbiamo imparato a volare come gli uccelli, a nuotare come i pesci, ma non abbiamo ancora imparato la semplice arte di vivere insieme come fratelli.” (Martin Luther King)

    “Non sono contro il razzismo ma contro l’ignoranza, perché il razzismo è il frutto dell’ignoranza” (Robysjack)

    Caro fratello bianco

    Caro fratello bianco

    quando nasco, io sono nero

    quando cresco, io sono nero

    quando sono malato, io sono nero

    quando sto al sole, io sono nero

    quando ho paura, io sono nero

    quando muoio, io sono nero!

    Quando nasci, tu sei rosa

    quando cresci, tu sei bianco

    quando sei malato, tu sei verde

    quando stai al sole, tu sei rosso

    quando hai freddo, tu sei blu

    quando fai paura, tu sei giallo

    quando muori, tu sei viola!

    Chi di noi due è di colore?

    Razzismo

    Gli uomini non hanno razze;

    chi li divide

    si abbassa di rango,

    dichiarando da solo

    d’appartenere agli animali.

    Più per dividere che per unire

    l’uomo lavora,

    costruendo nuove babeli

    parlando lingue diverse,

    dall’unica, quella dell’amore,

    quella dell’anima,

    l’unico tesoro celato in ogni essere. (Ann Seanelle Badillo)

    E il razzismo non c’è più

    Sopra il banco di Mohamed

    C’è una penna rossa e blu

    E su quello della Farah

    Il suo astuccio di Minou.

    Daisy arriva un po’ in ritardo

    Ma Sadew ancor di più

    E Rasmika corre in tondo

    E felice va su e giù

    La merenda di Yasin

    L’ha mangiata Marilù

    Questi sono i miei compagni

    E il razzismo non c’è più! (Luca Spallino)

    In alternativa, condividete con i bambini tutte le poesie dedicate al sentimento dell’amicizia oppure tutte quelle sulla pace!