Posizione podalica del feto: le cause che la determinano

da , il

    Posizione podalica del feto: le cause che la determinano

    Diverse sono le cause della posizione podalica del feto. Nella maggior parte dei casi il bambino nel ventre della mamma si presenta con la testa rivolta verso il basso, nel caso invece in cui il feto si trovi in posizione podalica, il bambino è, per così dire, capovolto rispetto a questa posizione e cioè si presenta con la testa verso l’alto e le natiche rivolte verso il canale del parto. Si stima che la posizione podalica caratterizzi circa il 4% delle nascite e, anche se in questi casi è spesso necessario ricorrere al parto cesareo, diverse tecniche possono essere utilizzate per cercare di far girare il feto e cioè portarlo nella posizione classica, a testa in giù.

    Per quanto riguarda le cause della posizione podalica del feto, esse non sono ancora del tutto chiare, ma alcune sicuramente possono essere considerate determinanti. Tra le cause della posizione podalica del feto, delle caratteristiche morfologiche della futura mamma o del feto: ad esempio incidono in tal senso un utero troppo stretto o deformato, ma anche la presenza di un cordone ombelicale più corto. Anche le possibili malformazioni che interessano il feto possono essere causa della posizione podalica. Tra le cause della posizione podalica del feto, poi, anche la nascita prematura, che non ha dato il tempo sufficiente al bambino di girarsi, e una gravidanza gemellare. In questo caso, infatti, lo spazio all’interno del pancione è limitato e questo favorisce la posizione podalica. Infine, tra le cause della posizione podalica del feto anche le numerose gravidanze che, dilatando tanto il volume dell’utero, hanno permesso al feto di girarsi più spesso fino al momento del parto.