Pressione bassa in gravidanza, cosa mangiare per stare meglio

da , il

    Pressione bassa in gravidanza, cosa mangiare per stare meglio

    Cosa mangiare per la pressione bassa in gravidanza? I cambiamenti di pressione durante la gravidanza sono molto frequenti e l’abbassamento dei valori è maggiore soprattutto in chi già prima della gestazione soffriva di ipotensione. In questi casi sono necessari controlli più frequenti della pressione in gravidanza. Comunque, valori compresi tra i 95 e i 140 mmHg (millimetri di mercurio) per la massima e 55-90 mmHg per la minima, sono considerati normali, sia per il benessere della mamma che per quello del feto.

    Quando e se, invece, la pressione in gravidanza dovesse scendere al di sotto dei 55-95 mm Hg si parla di ipotensione. Molto frequentemente in questi casi si manifestano capogiri, sudore freddo, capogiri, ma anche vertigini e, al limite, svenimenti. Ma, cosa mangiare in caso di pressione bassa in gravidanza? Anche l’alimentazione può essere utile in questi casi e anzi, in gravidanza, questo tipo di rimedi naturali sono maggiormente raccomandati. Quando si soffre di pressione bassa in gravidanza è consigliato mangiare poco e spesso, fare pasti leggeri e digeribili, evitando cibi pesanti come i fritti e quelli troppo pesanti. Tra le cose da mangiare in abbondanza in gravidanza, invece, la frutta e la verdura. Quando si sente la pressione abbassarsi improvvisamente, poi, è consigliato bere anche solo un bicchiere di acqua e zucchero, che subito ha un effetto migliorativo. In alternativa, si possono tenere a portate di mano delle caramelle o delle zollette di zucchero per fronteggiare i cali di zucchero improvvisi. Anche in questi casi, però non si deve esagerare, dal momento che è sconsigliata comunque un’assunzione eccessiva di zuccheri. Per la pressione bassa in gravidanza provate anche la liquirizia, che contribuisce a farla alzare!