Prick test nei bambini, come si esegue per la diagnosi delle allergie

da , il

    Prick test nei bambini, come si esegue per la diagnosi delle allergie

    Come si esegue il prick test nei bambini? Il prick test nei bambini serve per la diagnosi delle allergie. Le allergie sono sempre più diffuse nei bambini a causa di vari fattori scatenanti; da un lato il maggiore inquinamento atmosferico, dall’altro, paradossalmente, le maggiori condizioni igieniche che rendeno il sistema immunitario più recettivo in tal senso. Un altro fattore determinante è di sicuro anche la familiarità. Per la diagnosi delle allergie nei bambini si può ricorrere a diversi test, uno di questi è proprio il prick test. Ma come si esegue il prick test nei bambini?

    Il prick test nei bambini si esegue facilmente e in poco tempo anche se la reazione dei bambini può essere molto diversa. Il prick test è il test più importante e più usato per diagnosticare le allergie nei bambini. Il prick test nei bambini si esegue disponendo una piccola quantità di possibili allergeni sulla pelle del bambino, in particolare sulla superficie dell’avambraccio. Successivamente, si procede facendo penetrare l’allergene con un piccolo ago nella pelle. Se la reazione è la formazione, nel punto colpito dall’allergene, di un rigonfiamento arrossato, il bambino è allergico a quell’ allergene particolare. In alternativa al prick test nei bambini, si può eseguire per la diagnosi delle allergie, anche il Rast test. Questo test può essere eseguito quando i risultati del prick test sono ambigui. In questo caso il test si esegue effettuando un prelievo di sangue che viene poi analizzato in laboratorio. Infine, per la diagnosi delle allergie si può ricorrere anche al test di provocazione, che cerca di provocare una vera e propria reazione allergica, disponendo una piccola quantità di allergene sulle mucose nasali o nel sacco congiuntivele.