Primi giorni dopo il parto, come affrontarli?

da , il

    Primi giorni dopo il parto, come affrontarli?

    Siete appena tornate a casa dopo il parto e il mondo vi sembra diverso da quello che avete lasciato? Quel mare calmo in cui voi e i vostri compagni veleggiavate tranquilli non esiste più?

    Per sopravvivere ai primi giorni con il vostro bambino, e non diventare uno zombie, vi lascio alcuni consigli importanti.

    Prima di tutto: andate lente, non vi agitate. Il mondo va veloce? A voi cosa importa? Avete il vostro bambino da accudire, coccolare, amare e si sa i piccoli hanno un ritmo di vita meno accelerato di quello di un adulto. quindi infischiatevene se non avete tempo di fare tutto.

    Pensate solo al fatto che siete diventate mamme, limitate tutte le altre attività. Chiedete tempo anche al vostro partner, ricordandogli che il tempo di recupero è ammesso anche nelle partite di calcio!

    Dormite quando potete, tra una poppata e l’atra, tra un pisolino e l’altro del vostro bambino. Anche quando vengono zie e parenti affini.

    Essere riposate è un vantaggio anche per il rapporto con vostro figlio.

    Ricaricate le batterie cercando di ritagliarvi mezz’ora per voi, magari, con un bagno caldo e rilassante, la lettura di un libro, una manicure o, adddirittura, un caffè con la vostra più cara amica.

    Non entrate in crisi se il piccolino piange spesso: è naturale. Il pianto è l’unico metodo di comunicazione che conosce il bambino. Piange non solo perchè ha fame, o ha piccoli dolori ma anche, e forse sopratutto, perchè vuole essere coccolato.

    Trovate il tempo, quindi, per accarezzarlo, baciarlo, stringerlo a voi.

    Accettate sempre le offerte di aiuto che arrivano da parenti e amici. Non chiudetevi nel vostro guscio di mamma chioccia, anche se la tentazione è molto elevata, sopratutto nei primi giorni.

    Apritevi alle offerte di disponibilità e se queste non arrivano chiedetele!

    Parlate anche con altre coppie di neo genitori, vi aiuterà a sentirvi meno soli durante i periodi difficili.

    Vi sentirete più vulnerabili, con l’umore altanelante. Niente di preoccupante, l’esperienza di diventare madri è una delle più profonde che possa provare una donna. Piangete se avete voglia di piangere e non vi vergognate se vi entusiasmate per delle piccole cose. Cercate sempre la compagnia del partner e le sue carezze.

    Infine ricordatevi che non diventerete mai la mamma perfetta. Ma va bene così! Avrete sempre qualcosa da rimproverarvi, l’importante è sapere che ce l’avete messa tutta.