Primi mesi di vita, come risparmiare sulle spese per il neonato

da , il

    Primi mesi di vita, come risparmiare sulle spese per il neonato

    Abbiamo già visto che mantenere un neonato nel primo anno di vita è un costo non indifferente: i neogenitori sanno bene quante spese essenziali incidono sul bilancio. Ci sono visite mediche obbligate, prodotti specifici per l’infanzia, abbigliamento da cambiare con frequenza quasi mensile etc. Soprattutto se si tratta del primo figlio le spese possono pesare in maniera pesante sulla famiglia appena formata e il rischio di stress è in agguato. Ma esiste un modo per risparmiare senza inficiare la qualità di prodotti e servizi comprati per il proprio bambino? Vediamo insieme alcuni metodi.

    Allattamento naturale:

    Il primo rimedio per risparmiare arriva dalla natura. Ovviamente l’allattamento al seno non può essere un’imposizione ma se ci sono e condizioni è un risparmio non indifferente: il latte materno è gratis!

    Cena a casa:

    I primi mesi la voglia di evadere è tanta ma ad una cena fuori spesso, oltre al conto, si aggiunge il prezzo della baby sitter. Molto meglio allora mangiare a casa, magari invitando degli amici per una pizza o un film. Se proprio volete togliervi lo sfizio provate i siti di gruppi di acquisto che offrono buoni per le cene a prezzi stracciati.

    Buoni famiglia regionali:

    Quasi tutte le regioni offrono aiuti ai neogenitori: alcuni li chiamano buoni famiglia, altri buoni bebè ma la sostanza non cambia. Certamente non si tratta di un aiuto risolutivo ma è comunque un contributo da sfruttare.

    Aiuto della famiglia:

    Non potete onerare eccessivamente nonni e amici ma chiedere di tanto in tanto di tenere il bebè può essere un aiuto e un risparmio da non sottovalutare.