Problemi alla vista in gravidanza: quali sono i rischi?

da , il

    Problemi alla vista in gravidanza: quali sono i rischi?

    La gravidanza può comportare un peggioramento visivo nelle donne miopi? Questo è il timore di molte future mamme con problemi di vista: la credenza si deve ad un retaggio del passato. In effetti fino a qualche anno fa era abbastanza consolidata l’opinione per cui vi fosse una relazione tra lo stato interessante ed il peggioramento della vista. In realtà recenti studi, partendo da considerazioni diverse, sono arrivati allo stesso risultato, ovvero ad escludere un legame eziologico diretto tra la gravidanza e la miopia. E’ innegabile d’altra parte che durante la gestazione gli sbalzi ormonali possono dare la sensazione di vedere peggio.

    Soprattutto sono frequenti fastidi come secchezza, palpebre gonfie e intollerabilità all’uso delle lenti a contatto. Si tratta però di fastidi di carattere temporaneo e normalmente la situazione si riequilibra da sola dopo il parto. Ovviamente ogni gravidanza è un mondo a sé ma in linea di massima vanno esclusi effetti irreversibili sulla vista durante la gestazione. Stesso discorso per il periodo dell’allattamento: molte donne testimoniano peggioramenti alla vista durante l’allattamento che però spariscono in maniera spontanea appena si smettono le poppate. L’unica reale eccezione riguarda il parto: statisticamente non va escluso per le donne miopi il rischio di distacco della retina al momento della nascita del bambino. Ginecologo e oculista valutano insieme l’eventualità del parto cesareo in alternativa a quello naturale per ridurre i rischi: si tratta comunque di una valutazione caso per caso e molto dipende dallo stato di salute dell’occhio. Prima di optare per il taglio cesareo, che è comunque un’operazione, è sempre meglio sentire il parere di entrambi gli specialisti che ci conoscono.