Professoressa razzista abbassa il voto ad alunna di colore

da , il

    Professoressa razzista abbassa il voto ad alunna di colore

    Purtroppo la cronaca ci ha abituati a fenomeni di bullismo e discriminazioni nelle scuole: ma quando il cattivo segnale non arriva da adolescenti sbandati ma dai professori, ovvero da coloro che dovrebbero per primi insegnare i valori di civiltà e uguaglianza, la notizia è ancora più scioccante.

    Il fatto è accaduto alla scuola media “Giannone” di Caserta: una professoressa avrebbe dato un voto palesemente più basso della media ad una studentessa. Alla richiesta di spiegazioni da parte di quest’ultima la prof si sarebbe lasciata andare a discorsi di apologia del razzismo spiegando alla ragazza che non meritava gli stessi voti dei compagni di classe perché era di colore. Il racconto della bambina, appena dodicenne, ha dell’incredibile: il suo compito scritto sarebbe stato identico a quello di un compagno solo che lui aveva preso 9 mentre lei, a parere della docente, non meritava più di sette. La bambina è corsa a piangere dalla mamma che ha prontamente denunciato l’accaduto alla preside, la signora Maria Bianco. I compagni di classe, interrogati sull’accaduto, hanno confermato la versione della vittima di razzismo. Il dirigente per la scuola della regione Campania, Diego Bouchè, ha parlato di un fatto gravissimo, inconcepibile in una società ormai multirazziale. Ma è veramente così? Ovviamente non vogliamo contestare la gravità del fatto ma trattarlo come un caso isolato nato dalla mente di un persona ignorante sarebbe ipocrita. Secondo i dati dell’Unicef, un bambino straniero su 5 è stato vittima a scuola di atti di razzismo da parte dei coetanei: nel 45% dei casi viene emarginato, nel 15% si tratta di casi di violenza. Che certe parole arrivino da una professoressa poi è davvero inconcepibile. Ovviamente si auspica quanto prima che la donna venga inabilitata all’insegnamento.