Pulizia neonato prima della caduta del cordone ombelicale

da , il

    Pulizia neonato prima della caduta del cordone ombelicale

    Al momento delle dimissioni dall’ospedale nella maggior parte dei casi, se si è trattato di un parto naturale o di un cesareo anche nella norma il neonato avrà ancora un pezzetto di cordone ombelicale attaccato alla pancia. Bisognerà dunque continuare le medicazioni e pulire il bambino ‘a pezzi’ per non inumidire o bagnare il moncone. Ecco quali sono le accortezze per una buona pulizia del neonato nei primi giorni di vita e come fare la medicazione del cordone ombelicale prima della caduta.

    Le cure del cordone ombelicale vengono fatte per evitare che insorgano infezioni e per favorirne la caduta. Solitamente la medicazione viene fatta o con alcol a 60° o con acqua ossigenata a 12 volumi, sull’ombelico verrà applicata una garza sterile dopo aver bagnato il moncone, la garza girerà attorno al cordone per poi fare un nodino per essere fermata, oppure si userà una cordicella elastica intorno alla vita del bambino. E’ importante assicurarsi che il pannolino non copra la medicazione per evitare che il cordone si bagni di pipì. Inoltre non si dovrà fare il bagnetto sempre per le stesse ragioni, il moncone dovrà seccarsi per poter cadere.

    Come occuparsi allora della pulizia del neonato? Innanzitutto si tratterà di pochissimi giorni al massimo una decina poi il cordone cadrà e si potrà fare finalmente il primo bagnetto. In attesa dell’evento potremo pulire il bambino con delle garze imbevute d’acqua senza strofinare oppure con una piccola spugna naturale. Non adopereremo detergenti di sorta perchè potrebbero portare allergie o arrossamenti. La peluria o i capelli andranno lavati esattamente come il resto del corpo, senza sapone e accarezzandoli dolcemente facendo attenzione alla cosiddetta ‘fontanella’ sulla testa. Si potrà inoltre pulire il naso con delle apposite fialette di soluzione fisiologica da spruzzare direttamente nelle narici. Le unghie infine, non andrebbero tagliate fino al compimento del primo mese di vita.