Puntura di vespa nel bambino: come intervenire

da , il

    Puntura di vespa nel bambino: come intervenire

    Cosa fare in caso di puntura di vespa nel bambino? Anzitutto va detto che, a differenza dell’ape, la vespa non perde il pungiglione con la puntura e quindi ipoteticamente può colpire più volte. La puntura di vespa è comunque sempre provocata dalle femmine e rilascia veleno. La vespa si riconosce per il caratteristico corpo bruno o nero a strisce gialle. Anche la puntura di vespa può generare forme allergiche, fino allo shock anafilattico. Nel caso in cui sia un bambino vittima della puntura di una vespa è importante intervenire con alcune mosse particolari.

    Anzitutto si può lavare la ferita con acqua e sapone per poi risciacquare bene. Nel caso di puntura di vespa nel bambino o nel neonato, poi, si può intervenire, per alleviare il dolore, con impacchi di acqua fredda e una pomata antinfiammatoria o a base di cortisone, su consiglio del pediatra. Se le punture sono numerose o se il gonfiore e il rossore si estende ad altre parti del corpo è meglio recarsi al Pronto soccorso.