Punture insetti sui bambini, cosa fare? I rimedi più efficaci per proteggerli

Cosa fare per le punture di insetti sui bambini? Quali sono i rimedi più efficaci per proteggerli? Anzitutto, per prevenire le punture di insetti, si possono utilizzare delle lozioni repellenti. Inoltre è consigliato evitare abiti troppo colorati. Anche i luoghi particolarmente umidi sono più rischiosi per i bambini e le punture di insetto. Ma, cosa fare per le punture di insetto nei bambini?

da , il

    Punture insetti sui bambini, cosa fare? I rimedi più efficaci per proteggerli

    Cosa fare per le punture di insetti sui bambini? Quali sono i rimedi più efficaci per proteggerli? Con l’arrivo dell’estate i bambini possono essere oggetto di punture di insetti. Per evitare questi fastidi si possono adottare degli accorgimenti che risparmino un po’ di dolore ai nostri piccoli. Anzitutto, per prevenire le punture di insetti, si possono utilizzare delle lozioni repellenti. Inoltre è consigliato evitare abiti troppo colorati che attirerebbero gli animaletti indesiderati. Anche i luoghi particolarmente umidi sono più rischiosi per i bambini e le punture di insetto. Ma, cosa fare per il gonfiore generato dalle punture di insetto nei bambini? E, come proteggere i nostri piccoli?

    Punture di insetti sui bambini, come prevenirle

    vespa

    Per prevenire le punture di insetto sui bambini si dovrebbero adottare alcuni piccoli-grandi accorgimenti. Alcune dritte sono state fornite attraverso la campagna d’informazione “Punto nel Vivo”, patrocinata da FederAsma e Allergie Onlus – Federazione Italiana Pazienti, realizzata con il contributo di ALK-Abellò e con il supporto di esperti allergologi su tutto il territorio nazionale. Si raccomanda, quindi, alle mamme di cercare di limitare il più possibile le punture che, in alcuni casi, possono avere gravi reazioni, tra cui anche lo shock anafilattico. Per questo, quando ci si reca all’aperto bisogna sempre cospargere il piccolo con repellenti specifici per bambini. Inoltre, si dovrebbe coprire il bambino con abiti adatti, quando si va nei parchi o dove l’erba è molto alta. Meglio optare per un pantalone con le gambe lunghe, in questi casi. Inoltre sarebbe meglio evitare le ore serali, perché le zanzare, soprattutto, sono in agguato!

    In casa, invece, il sistema più semplice e naturale per difendere i bambini dalle punture di insetto è quello di applicare sulla culla, sul lettino del bambino e alle finestre, delle zanzariere. Comunque, quando la reazione alla puntura di insetto nel bambino è forte, è sempre consigliabile consultare il pediatra e prevenirsi con i medicinali appositi prima di partire per le vacanze.

    braccialetti

    Punture di insetti sui bambini, cosa fare in vacanza

    bimbo al parco

    Cosa fare per prevenire le punture di insetti sui bambini? In vacanza, evitate di far indossare ai bambini colori sgargianti perché attirano gli insetti. È importante coprirsi adeguatamente soprattutto quando si va in bicicletta o in moto. Evitate anche le creme solari con profumo, perché attirano gli insetti. Evitate di mangiare all’aperto, soprattutto alimenti o bevande dolci e frutta, che attraggono particolarmente api e zanzare.

    Se venite inseguiti da uno sciame di api, vespe o calabroni, cercate rifugio in un luogo chiuso oppure gettatevi in acqua. Infine, tenetevi a distanza dagli accumuli di rifiuti, che attirano comunque gli insetti.

    autan

    Punture di insetti sui bambini, come medicarle

    la zecca

    Cosa fare per alleviare il gonfiore e l’infezione in caso di punture di insetti nei bambini? Quando il bambino è già stato punto da un insetto si deve valutare, in primis, di che insetto si tratta. Infatti, oltre alle zanzare, si deve considerare la possibilità che si tratti di puntura di zecche, ma anche vespe o calabroni. In ogni caso, se si tratta di un semplice “morso”, basterà una pomata antinfiammatoria per le punture di insetti, anche non steroidea o a base di sostanze naturali come l’arnica. Se, invece, la reazione è preoccupante probabilmente si dovrà utilizzare una crema al cortisone o degli antistaminici in compresse. I medici consigliano comunque di non usare mai antistaminici topici, che sono spesso fotosensibilizzanti.

    Recatevi subito al pronto soccorso, infine, in caso di shock anafilattico nel bambino.