Quando andare in ospedale per il parto a termine

da , il

    Quando andare in ospedale per il parto a termine

    Quando si arriva alle ultime settimane di gravidanza, ma diciamo anche a partire dal sesto mese, tutte iniziamo a domandarci un po’ più seriamente quando si dovrebbe ‘correre’ in ospedale per partorire. Sia che sia per il primo figlio sia per gli altri si ha sempre il timore di non riuscire a riconoscere i sintomi del travaglio e di tutto quello che avviene prima del parto. Qui vi elencherò i motivi per cui dovrete decidere di andare all’ospedale, ovviamente quando si parla di parto non ci sono regole oggettive, le reazioni cambiano da donna a donna quindi se doveste avere dubbi e paure chiedete consiglio al vostro medico o alle ostetriche che vi seguono, sapranno come rassicurarvi.

    Qui parliamo di un parto fisiologico a termine quindi di una gravidanza senza particolari complicazioni che si porta fino alla fine del nono mese.

    I suggerimenti in generale che danno le ostetriche per capire quando recarsi in ospedale per partorire sono: cercare di arrivare il più tardi possibile perchè a casa si ha la possibilità di rilassarsi più facilmente, non andare in panico, ad innervosirsi sono soprattutto i mariti, cerchiamo di calmarli prima che inizi il vero travaglio, o meglio spieghiamogli tutto ancora prima che appaiano le contrazioni.

    Premesso che, come vi dicevo, non ci sono regole fisse per il parto, è un evento talmente personale che le varianti sono milioni, ma in linea di massima ecco quando andare in ospedale:

    1. Quando il bambino non si muove, sono in molti a dire che si prova una sensazione di vuoto, ma sappiate che lo stress può fare brutti scherzi. Se non sentite che il bambino si muove in ogni caso andate in ospedale.

    2. Quando la pressione è alta (minima 90; max 140).

    3. Quando la temperatura corporea è superiore ai 38,5°C.

    4. Quando si rompono le acque. In questo caso ci possono essere due possibilità: il liquido è limpido e se siete al primo figlio potrete attendere circa 3 ore (se siete al secondo o più dovrete andare un po’ prima); se il liquido è tinto di verde recatevi subito al Pronto Soccorso perchè è causa di sofferenza fetale.

    5. Quando ci sono perdite di sangue continuative.

    6. Dopo due ore di contrazioni uterine dolorose, ogni contrazione deve durare 60 secondi. In caso di secondo parto si dovrà andare un po’ prima.