Ragadi al seno: i sintomi da cui riconoscerle

da , il

    Ragadi al seno: i sintomi da cui riconoscerle

    Da quali sintomi riconoscere le ragadi al seno? Le ragadi al seno sono taglietti lineari che segnano la cute del capezzolo durante l’allattamento, provocando dolore, arrossamenti e, in alcuni casi, anche piccoli sanguinamenti. I sintomi delle ragadi al seno sono facilmente riconoscibili; i bordi delle lesioni sono bianchi, mentre la zona intorno appare arrossata. Molto spesso le ragadi al seno sono anche avvertibili al tatto in quanto la cute ai lati delle ragadi è spesso in rilievo e più dura. Il sintomo più evidente delle ragadi al seno è comunque l’allattamento difficoltoso.

    In questi casi il dolore tende ad aumentare, con il rischio di diminuire progressivamente le poppate. Sarebbe quindi meglio, una volta individuati i sintomi delle ragadi al seno, intervenire tempestivamente. A questo scopo si possono adottare creme e unguenti a livello locale; sarebbe meglio optare per dei preparati naturali che non diano alcun fastidio al bambino.

    In particolare, è necessario che i prodotti in questione non vadano ad alterare il sapore e l’odore del capezzolo per non rischiare un rifiuto del latte materno. Così come è importante che gli stessi prodotti non siano tossici, se ingeriti dal bambino.