Ritenzione idrica in gravidanza: la dieta per prevenirla e combatterla

da , il

    Ritenzione idrica in gravidanza: la dieta per prevenirla e combatterla

    Anche la dieta permette di prevenire e combattere la ritenzione idrica in gravidanza.

    La ritenzione idrica in gravidanza e allattamento è particolarmente comune a causa dei cambiamenti ormonali che si verificano in questi periodi. La dieta è di fondamentale importanza per prevenire e combattere la ritenzione idrica in gravidanza e allattamento. Per limitare la ritenzione idrica in gravidanza e allattamento la dieta deve essere anzitutto scarsa nella quantità di sale assunto quotidianamente.

    Vanno evitati soprattutto alcuni alimenti particolarmente ricchi di sodio come il prosciutto crudo, il salmone affumicato, le classiche patatine fritte, ma anche il prosciutto cotto, i dadi, le salse pronte, i prodotti in salamoia e le conserve. Anche i formaggi e le olive andrebbero limitate in una dieta per contrastare la ritenzione idrica in gravidanza. Va limitato anche il consumo di sale sui cibi per cui, in alternativa, per condirli, si può ricorrere a spezie o aromi vari. Se si soffre di ritenzione idrica in gravidanza o si vuole prevenirla, andrebbero esclusi dalla dieta anche gli alcolici ed il caffè. Anche l’acqua contribuisce in questi casi nella dieta e sarebbe opportuno sceglierne una con basso contenuto di sodio. E’ importante in questi casi consumare almeno un litro e mezzo di acqua al giorno. Oltre alla dieta, per contrastare la ritenzione idrica in gravidanza e allattamento, è poi consigliato svolgere una moderata attività fisica e non fumare. La dieta per contrastare la ritenzione idrica in gravidanza dovrebbe invece essere ricca di frutta, verdura, consumate fresche, e cereali integrali.