Scelta del pediatra, un’impresa

da , il

    Scelta del pediatra, un’impresa

    Quando si torna a casa dall’ospedale il primo passo che ti raccomandano di fare è iscrivere il bambino all’anagrafe del tuo comune di residenza, secondo scegliere un pediatra. Facile a dirsi, se una volta erano i fattori disponibilità, bravura, distanza a ponderare la decisione finale oggi è solo il trovare o meno il pediatra a fare la differenza. Alla fine lo si trova, ma certo non si può essere schizzinosi, dopo tante scelte rese impossibili da una lista d’attesa interminabile, se l’unico medico disponibile dista 40 Km mamma e papà devono accettare nella speranza che si liberi un posto altrove.

    A quanto pare la situazione sta peggiorando negli ultimi anni soprattutto per chi vive nelle grandi città italiane, l’associazione Altroconsumo ha effettuato un monitoraggio delle risposte dei pediatri ai bambini attraverso gli sportelli dell’Asl. Le statistiche lasciano davvero perplessi su 40 sportelli esaminati di nove città, Milano, Roma, Torino, Napoli, Genova, Bari, Firenze, Bologna e Palermo, solo due, Palermo e Torino, hanno superato il test. Nel resto d’Italia trovare un pediatra è una sorta di esperienza traumatica.

    Il famoso sportello ‘Scelta e revoca del medico e del pediatra‘ dell’Asl a oggi appare come pura retorica perchè qualsiasi sia la scelta di mamma la risposta molto probabilmente sarà: non c’è posto, sempre che l’elenco esposto sia aggiornato, l’associazione Altroconsumo ha infatti scovato Asl con liste vecchie. I servizi online sono ovviamente fuori questione, non ovunque per fortuna.

    Sono disattesi tutti i servizi previsti dal contratto nazionale, tanto da rendere impossibile la scelta del pediatra per la carenza di professionisti nella propria zona, aumentano i malati e diminuiscono i medici, il tutto creando una sorta di ingorgo finale davvero inagibile.

    Alla fine la mamma disperata quando deve affrontare un emergenza che fa? Si rivolge al pediatra privato, ovvio, la salute del bambino non ha prezzo…