Schiaffo educativo: aiuta il bambino ad aver successo da adulto

da , il

    Schiaffo educativo: aiuta il bambino ad aver successo da adulto

    In tema di educazione infantile uno dei dibattiti che maggiormente divide psicologi e genitori è il cosiddetto schiaffo educativo: esiste oppure no? Lasciarsi scappare una sberla per punire un figlio in un momento di rabbia è sempre sbagliato a priori? Un nuovo studio rivoluzionario sull’argomento destinato a far discutere, e che sicuramente non piacerà a molte associazioni per la tutela dei minori, sostiene che un bambino che riceve qualche schiaffo durante l’infanzia dai genitori crescerà più felice e avrà probabilmente maggior successo di chi invece è stato educato solo a parole.

    La ricerca è stata riportata sul ‘The Sunday Times’. A 179 adolescenti è stato chiesto che età avevano quando hanno ricevuto l’ultimo schiaffo educativo e se da bambini accadeva spesso di ricevere punizioni fisiche. Secondo i dati i bambini che avevano ricevuto qualche schiaffo fino all’età di sei anni avevano avuto risultati migliori a scuola ed erano maggiormente disposti a portare avanti i loro compiti e doveri in maniera volontaria e autonoma. I coetanei che non avevano mai ricevuto uno schiaffo invece difficilmente avevano lo stesso equilibrio e maturità e solo pochi di essi desideravano intraprendere la carriera universitaria. Solo i ragazzi che anche durante l’adolescenza continuavano a ricevere schiaffi di questo tipo palesavano problemi comportamentali. Voi che ne pensate? Non vogliamo certa invogliare alla violenza, ben sapendo quanto sia grave il dramma degli abusi sui minori, ma forse oggi si è superato il limite nel giudicare cosa possa essere traumatico e si fanno crescere i figli dentro una campana di vetro, senza cognizione della realtà. Un tempo uno schiaffo, certo non troppo violento, non scandalizzava nessuno oggi le punizioni sono cambiate.