Secondo figlio che non arriva: come evitare l’infertilità secondaria

da , il

    Secondo figlio che non arriva: come evitare l’infertilità secondaria

    Volete dare un fratellino o una sorellina al primogenito: ma cosa fare nel caso del secondo figlio che non arriva? Quando si parla di infertilità femminile si pensa quasi sempre alla difficoltà di restare incinta per la prima volta ma la sterilità può sopraggiungere? E se si quali sono le cause o cosa possiamo fare per evitarla?

    Non si tratta di un problema secondario visto che, secondo i dati dei CDC americani circa tre milioni e mezzo di donne manifestano difficoltà a restare incinta dopo la prima gravidanza.

    Le cause possono riguardare lo sperma (nel 30% dei casi) oppure disfunzioni alle ovaie o altri problemi prettamente femminili come l’endometriosi e le tube bloccate (50%). Resta un 10% circa in cui è impossibile determinare la causa dell’infertilità secondaria. Può anche darsi che qualcosa sia cambiato dopo la prima gravidanza, ad esempio nel caso di una malattia a trasmissione sessuale che comprometta il concepimento.

    Se si riscontrano i sintomi dell’infertilità secondaria occorre prima di tutto rivolgersi ad uno specialista e sottoporsi agli opportuni controlli medici. Seguire un’alimentazione sana, non fumare e controllare i giorni fertili può aiutare chi desidera un secondo figlio e non riesce a restare incinta.

    E se il primogenito chiede perché il secondo figlio non arriva? Ovviamente la risposta varia in base all’età: se è abbastanza grande spiegategli che andrete da un dottore per vedere qual è il problema senza ovviamente trasmettere troppa ansia.