Sesso in gravidanza: benefico e sicuro

da , il

    Sesso in gravidanza: benefico e sicuro

    Avere rapporti sessuali durante il periodo della gravidanza non solo è sicuro, ma è addirittura auspicabile. La complicità fisica dei genitori, infatti, farebbe bene al bambino. L’astinenza è consigliata solo in caso di gravidanza a rischio.

    Ad affermarlo è uno studio pubblicato sul Canadian Medical Association Journal e condotto da un gruppo di ricercatori con l’obiettivo di fornire ai medici tutte le indicazioni necessarie per dare ai pazienti i consigli giusti su un argomento sul quale ancora si dice tutto e il contrario di tutto.

    Il sesso durante la gravidanza è normale – affermano gli autori dello studio – Anzi, il medico dovrebbe incoraggiare le coppie a sentirsi a loro agio con il sesso e a mantenere alto il livello di complicità fisica durante tutta la gravidanza e nella fase post partum. Ci sono molte poche controindicazioni provate e rischi nelle gravidanze a basso rischio. Queste pazienti, quindi, dovrebbero essere rassicurate‘.

    Una maggiore attenzione va dedicata alle gravidanze a rischio, in questi casi, spiegano i ricercatori, può essere ‘ragionevole‘ consigliare l’astinenza, seppur le evidenze a riguardo siano poche e sia necessario continuare a studiare.

    Sono comunque da mettere definitivamente al bando tutte le leggende metropolitane che vogliono che l’attività sessuale durante l’ultimo periodo della gravidanza possa facilitare il parto inducendo il travaglio. Anche in questo caso, non ci sono effetti negativi noti legati ai rapporti durante questa fase della gravidanza quindi si può continuare a fare sesso fino al nono mese.

    Gli unici rischi cui si va incontro avendo rapporti sessuali durante la gravidanza sono il parto prematuro, infiammazione pelvica, emorragia (solo nel caso di placenta previa) e trombi, ma la casistica è assolutamente sporadica, il che è indicativo del fatto che queste condizioni si verificano molto raramente.