Singhiozzo nei neonati, le cause del fastidio

da , il

    Singhiozzo nei neonati, le cause del fastidio

    Quali sono le cause del singhiozzo nei neonati? Il singhiozzo è generalmente una contrazione involontaria, ripetuta e improvvisa del diaframma (cioè del muscolo deputato alla regolazione della respirazione). Il singhiozzo è un fenomeno molto frequente nei neonati. Del resto, già nel pancione, talvolta, il feto emette il singhiozzo, in particolare, a partire dal secondo mese di gestazione. In questi casi alla nascita il neonato sarà più propenso al fastidio del singhiozzo. Comunque, il singhiozzo nei neonati è un disturbo che tende spontaneamente a scomparire con la crescita del bambino e contro il quale si possono adottare specifici rimedi per farlo passare, almeno temporaneamente.

    Venendo alle cause del singhiozzo nei neonati, esso per lo più è causato dalla immaturità del sistema di coordinamento dei riflessi dell’apparato gastrointestinale, quindi è fisiologico all’età del bambino. Tra le altre cause del singhiozzo nei neonati anche il rigurgito (il disturbo consistente dalla fuoriuscita del latte ingerito dalla bocca e ugualmente molto frequente nei neonati) e gli improvvisi sbalzi di temperatura. Infine, tra le cause del singhiozzo nei neonati, anche un’ingestione d’aria (che avviene ad esempio quando il piccolo beve il latte). Come già detto, comunque, il singhiozzo nei neonati tende a scomparire con la crescita del bambino a prescindere da tutte le cause scatenati indicate. Quindi è consigliato consultare il pediatra solo se il singhiozzo dovesse essere particolarmente frequente e superati almeno i 18 mesi di età del bambino, quando cioè si presuppone una crescita tale da escludere questo fattore come causa del singhiozzo.