Sonno bambini, scoperta la causa del sonnambulismo

da , il

    Sonno bambini, scoperta la causa del sonnambulismo

    Starebbe tutta in un difetto del Dna la principale causa del sonnambulismo. La scoperta, pubblicata su Neurology, è stata fatta da alcuni ricercatori della Washington University School of Medicine (Usa) che studiando diverse generazioni di una famiglia affetta da dal problema sono riusciti a risalire ad un errore genetico localizzato su una sezione del cromosoma 20.

    Secondo lo studio basterebbe essere portatori di una sola copia del pezzetto di Dna difettoso, per ritrovarsi a camminare nel sonno. Questo problema è più frequente dell’infanzia: come l’insonnia colpisce circa il 15% dei bambini e adolescenti di età compresa tra i 3 e i 15 anni.

    Nella maggior parte dei casi si risolve spontaneamente con la crescita, ma il problema può esporre a gravi rischi, specie se la condizione perdura nell’età adulta.

    I ricercatori hanno osservato una famiglia di sonnambuli, in cui una bimba di 12 anni risentiva del problema in maniera piuttosto grave arrivando regolarmente ad uscire di casa in piena notte.

    Studiando quattro generazioni di familiari della bambina, i ricercatori hanno scoperto che 9 membri su 22 erano sonnambuli. Con vari gradi di difficoltà. Da uno zio che arrivava a indossare otto paia di calzini a notte, ad altri parenti che negli anni si sono involontariamente feriti o fratturati le dita dei piedi uscendo di notte e arrivando a compiere nel sonno anche operazioni piuttosto complesse. Di fronte ad una constatazione del genere ci rendiamo conto che consigli come quello di garantire routine al sonno dei bambini o ricorrere alla cara vecchia ninna nanna appaiono piuttosto inutili.

    I ricercatori sono passati ad analizzare campioni di saliva di tutta la famiglia, riuscendo ad identificare il problema nel cromosoma 20.

    Per altro, si è arrivati a determinare che il tratto alterato viene ereditato da una generazione all’altra con molta semplicità. L’obiettivo a questo punto è riuscire a fotografare il gene o i geni responsabili di questa anomalia così che si riesca a individuare una terapia.