Stress in gravidanza? figli a rischio di iperattività

da , il

    Stress in gravidanza? figli a rischio di iperattività

    La gravidanza è il periodo più bello della vita: si nei film e nei racconti di chi lo ha vissuto da anni e ricorda solo gli aspetti migliori! Certamente aspettare un bambino è una sensazione stupenda ma in gravidanza non mancano cause di stress: dal gonfiore alle nausee, dalla preoccupazioni per la salute del feto alla paura per il parto. Ma stare il più possibile rilassate in gravidanza aiuta non solo la futura mamma ma anche il nascituro. Lo dice anche la scienza: da uno studio del Perth Telethon Institute in Australia emerge che donne incinta stressate rischiano di partorire figli iperattivi e agitati. Lo stress si trasmette da mamma a figlio?

    Pare proprio di si: non si tratta del resto della prima ricerca che evidenzia la relazione tra lo stato emotivo della donna incinta e il comportamento del futuro figlio. In passato si era accennato al rischio per le donne stressate di avere figli asmatici, oggi invece si presenta il pericolo di partorire bambini iperattivi. Per la ricerca sono state esaminate 3.000 donne in dolce attesa alle quali è stato chiesto di citare gli stimoli più faticosi sperimentati tra la 18esima e le 34esima settimana di gravidanza. Secondo gli esperti se gli episodi fonti di stress sono più di un paio il bambino può manifestare comportamenti difficili in futuro. Ma cosa stressa di più le donne in dolce attesa? Oltre ai fastidi fisici si annoverano problemi economici, le incomprensioni con il partner, l’eventualità di un lutto in famiglia, perdita del posto di lavoro o le incombenze lavorative da affrontare con il pancione etc. I bambini sono stati studiati nella fase he va dai 2 ai 14 anni: nel caso di mamme sottoposte a stress in gravidanza sono stati molti i casi di bimbi agitati. Certamente però un ambiente familiare sereno può aiutare a compensare eventuali eventi stressanti in gravidanza.