Svezzamento del neonato: quando introdurre le uova

da , il

    Svezzamento del neonato: quando introdurre le uova

    Quando introdurre le uova nello svezzamento del neonato? Lo svezzamento del neonato è una fase molto delicata che deve essere seguita passo passo se si vogliono evitare allergie al nostro piccolino. Le uova sono un alimento indispensabile nella dieta del neonato. L’uovo è infatti un’ottima fonte di proteine, ma è anche ricco di vitamina A. Questa vitamina è particolarmente importante per il benessere di occhi e pelle. Le uova sono anche ricche di sali minerali, in particolare di calcio, ferro e potassio. Tutte queste sostanze sono indispensabili per la crescita del neonato. Ma, quando introdurre le uova nello svezzamento del neonato?

    Le uova possono essere introdotte nello svezzamento del neonato a partire dai 10 mesi di vita. In realtà, a 10 mesi, dell’uovo è possibile introdurre nello svezzamento del neonato solo il tuorlo che è la parte a minore rischio allergia per il neonato. Per introdurre l’albume, invece, è meglio aspettare i 12 mesi in quanto questa parte, più proteica, è a maggiore rischio allergie per il neonato. Per introdurre le uova nello svezzamento del neonato possiamo cucinarle sode o sbriciolarle nella pappa. Dopo l’anno le uova possono essere preparate anche alla coque. In ogni caso, per lo svezzamento del neonato, è necessario utilizzare sempre uova fresche. Per verificare la freschezza delle uova un vecchio trucco è quello di osservare se galleggiano quando sono immerse in acqua salta. Generalmente, comunque, le uova andrebbero consumate entro 10 giorni dall’acquisto e comunque tenute in frigo per evitarne il deterioramento.