Svezzamento neonati: quanta e quale pastina dare al bambino?

da , il

    Svezzamento neonati: quanta e quale pastina dare al bambino?

    Abbiamo già trattato di questo argomento, anche se in termini differenti. Lo svezzamento è, però, una fase particolare e difficile per molte mamme che si trovano a farsi mille interrogativi sul cosa dare al loro piccolino. Ad esempio, si chiedono quanta pastina dare al bambino all’inizio dello svezzamento e quale scegliere per non sbagliare. Anzitutto va detto che lo svezzamento con la pastina non può cominciare prima dei sei mesi, perché la pasta contiene il glutine e, dato che non è possibile accertare un’eventuale celiachia, somministrarla prima di questo periodo potrebbe avere notevoli conseguenze sull’organismo del bambino.

    Detto questo, le tappe nella scelta della pastina sono tre; dai sei mese va scelta una pastina specifica per l’infanzia (ricca di alcuni particolari nutrienti), dai 10 mesi una di grano tenero (più digeribile di quella di grano duro) e solo a partire dai 12 mesi si può iniziare con quella di grano duro. Per quanto riguarda la dose di pastina, invece, all’inizio dello svezzamento dovrebbe essere di 30 g (circa 3 cucchiai), può essere aumentata su indicazione del pediatra se il piccolo ha particolare appetito. Per il condimento, invece, quello ideale all’inizio è con olio e formaggio (un cucchiaino di olio e uno di formaggio grattugiato tipo grana).

    Nella scelta della pasta andrebbe anche evitata quella integrale, almeno fino ai due anni. Se scelto questo tipo di pasta andrebbe somministrato con molta moderazione dal momento che essa, per la sua composizione chimica, impedisce l’assorbimento di alcuni sali minerali importanti (come calcio e ferro) e potrebbe irritare l’intestino del bambino.