Tinta e allattamento: ci sono rischi?

da , il

    Tinta e allattamento: ci sono rischi?

    Tinta e allattamento: ci sono rischi? E’ un argomento molto dibattuto, ma c’è una buona notizia per tutte le mamme rassegnate all’idea di dovervi rinunciare: la tinta ai capelli in allattamento non è pericolosa, purchè ci si attenga a delle semplici regole. A confermarlo numerosissimi studi scientifici, secondo i quali le probabilità che le sostanze tossiche delle tinture vengano veicolate nel sangue e metabolizzate dall’organismo sarebbero bassissime. Detto ciò, c’è da considerare che la prevenzione non è mai troppa quando si tratta dei nostri bambini, gli stessi esperti consigliano, in via precauzionale, di preferire in ogni caso prodotti naturali per la tinta dei capelli, privi di additivi chimici o alte concentrazioni di ammoniaca.

    Fare la tinta durante l’allattamento: pro e contro

    Per la gioia delle neomamme che alla chioma colorata non vogliono rinunciare, sfatiamo il luogo comune secondo il quale le tinture per capelli sarebbero vietate durante l’allattamento al seno, che a quanto pare rende i bambini più intelligenti. In realtà la scienza conferma che le sostanze tossiche delle comuni tinte penetrano il cuoio capelluto in piccolissima parte, senza rappresentare un reale pericolo per il lattante. Senza contare che i prodotti attualmente in commercio sono molto più sicuri e controllati rispetto al passato. Ciò premesso, la prevenzione non è mai troppa, gli stessi esperti consigliano, almeno nei primissimi mesi di allattamento e in gravidanza, l’utilizzo di prodotti naturali, privi di PFD, nichel, resorcina o ammoniaca, sostanze che possono peraltro provocare reazioni cutanee.

    Tinture consigliate durante l’allattamento

    I migliori prodotti per la tinta durante l’allattamento sono quelli naturali: shampoo coloranti o riflessanti, coloranti vegetali semipermanenti come l’hennè, che oltre a conferire alla chioma riflessi rossastri, contribuiscono a rendere più corposo il capello. In alternativa è possibile ricorrere alle tecniche di colorazione che non prevedono contatto diretto con il cuoio capelluto come lo shatush, perfetto per capelli corti e lunghi. Trattasi di una schiaritura dall’effetto naturale, che prevede cotonatura dei capelli e applicazione di colore fino a tre toni più chiaro della base. I colpi di sole andrebbero invece evitati: nonostante vengano applicati sul fusto, toccano comunque il cuoio capelluto.