Vaccino anti pertosse nei neonati, come e quando va effettuato

da , il

    Vaccino anti pertosse nei neonati, come e quando va effettuato

    Anche il vaccino anti pertosse può essere fatto ai neonati per difenderli dall’attacco del germe responsabile. Il vaccino, in generale, interviene sul sistema immunitario del bambino istruendolo a reagire al contagio grazie all’azione degli antigeni contenuti in esso. Gli antigeni posono essere costituiti dallo stesso germe vivo ma reso innocuo a provocare i danni della malattia o dal germe morto o da pezzi dello stesso germe morto.

    Le vaccinazioni per il neonato sono obbligatorie in alcuni casi, come per l’antitetanica e l’anti epatite B e sono semplicemente raccomandate in alcuni casi. Anche il vaccino anti pertosse nei neonati non è obbligatorio.

    La pertosse è una malattia contagiosa causata dal Bordetella pertussis che può lasciare rilevanti conseguenze a livello respiratorio. Il vaccino anti pertosse nei neonati viene effettuato tramite un’iniezione nella coscia a 3, 5 e 11-12 mesi. I richiami del vaccino anti pertosse nei neonati invece vengono fatti intorno ai 5, 6 anni e a 14 anni.